Bonus mamma domani

Diventare mamma è sempre stata una responsabilità molto grande ma mai, come al giorno d’oggi, ha comportato spese così ingenti per le famiglie italiane: visite mediche, medicine, pannolini, omogeneizzati, giocattoli, asili, doposcuola, babysitter, sono lo alcune delle voci di spesa più comuni. Ma dallo Stato arriva un nuovo aiuto.

In questa guida al Bonus mamma domani ti spiego qual è il nuovo bonus dello Stato riservato alle mamme, qual è il suo importo, quali sono i requisiti per ottenerlo, quando e come fare la richiesta direttamente all’INPS, quali sono i documenti necessari e quando arriva il bonifico sul conto corrente. Ecco cosa devi sapere.

Cos’è

“Mamma domani” é il nuovo bonus dedicato alla famiglia, pari a 800 euro che spetta alle mamme in possesso degli specifici requisiti elencati nella circolare INPS n.39 del 27/02/2017. La mamma ha diritto al bonus sia in caso di nascita di un bambino che di adozione o affidamento preadottivo, avvenuti a partire dal 1° gennaio 2017.

Hai quindi diritto al bonus se:

  • Hai partorito non prima del 1° gennaio 2017;
  • Devi ancora partorire.

Attenzione

Il bonus spetta sia alle mamme italiane, sia straniere (comunitarie o extracomunitarie in possesso di regolare permesso di soggiorno).

Requisiti

Hai diritto al bonus “mamma domani” se possiedi i seguenti requisiti:

  • Residenza in territorio italiano;
  • Cittadinanza italiana o di uno degli stati della Comunità Europea;
  • Permesso di soggiorno di lungo periodo se sei una cittadina extracomunitaria.

Non ci sono limiti reddituali: ciò significa che hai diritto al bonus indipendentemente dal tuo reddito personale o quello familiare. Il bonus mamma domani é destinato a ogni donna, indipendentemente dalla condizione sociale.

Richiesta

Per fare domanda del “bonus mamma domani” non devi recarti all’INPS. L’unico metodo per fare la richiesta é infatti online, tramite il sito INPS. Devi quindi possedere il codice PIN per accedere ai servizi online INPS e seguire questo percorso:

  1. Vai sul sito INPS e clicca su Servizi online;
  2. Clicca quindi su Servizi per il cittadino. A questo punto il sistema ti chiede di inserire il tuo codice PIN;
  3. Una volta che ti sei loggato, clicca su Domanda di prestazioni a sostegno del reddito ed infine su Premio alla nascita.

Se non possiedi il PIN INPS e preferisci essere assistita da un consulente esperto, puoi rivolgerti a un CAF o a un patronato della tua città: loro compileranno la domanda online per tuo conto.

Come ultima alternativa, puoi presentare la domanda al call center INPS chiamando il numero verde 803.164 se chiami da telefono fisso oppure lo 06 164.164 se chiami da cellulare.

Devi presentare la richiesta dopo aver compiuto 7 mesi di gravidanza. Al momento della nascita non devi presentare nessun’altra domanda. Solo in caso di parto gemellare, dopo la nascita devi presentare i documenti relativi al numero dei bambini: hai infatti diritto a 800 euro per ogni bambino nato.

Attenzione

In ogni momento puoi controllare lo stato di lavorazione della tua domanda, accedendo al sito INPS oppure chiamando il contact center.

Documenti necessari

Insieme alla domanda, devi presentare uno solo, a tua discrezione, dei seguenti documenti:

  • Originale del certificato di gravidanza; é ammessa la presentazione in fotocopia solo in specifici casi consentiti dalla legge;
  • Numero di protocollo del certificato medico telematico. Il medico infatti compila il certificato di gravidanza direttamente online e ti rilascia il numero di protocollo;

Attenzione

Se sei una madre non lavoratrice il medico non ti rilascia il certificato di gravidanza. Alla domanda del bonus quindi, al posto del certificato o del numero di protocollo, puoi indicare il codice a 15 cifre di una qualsiasi ricetta medica rossa indicante un codice di esenzione ticket compreso tra M31 e M42.

Quando arriva

Il bonus arriva al massimo entro un paio di mesi dalla richiesta. Hai diritto a tanti bonus quanti sono i figli nati, per cui se hai dei gemelli hai diritto a 1.600 euro. Se hai un parto trigemellare hai diritto a 2.400 euro e così via. Riceverai l’importo in un’unica somma, sul mezzo di pagamento da te indicato ed a te intestato, quindi su:

  • Conto corrente bancario o postale;
  • Libretto postale;
  • Carta prepagata con IBAN (quindi va bene anche una Postepay Evolution);
  • Bonifico domiciliato in Posta. Se non possiedi un conto corrente o un libretto, puoi chiedere il pagamento del premio alla Posta. Riceverai una lettera che ti inviterà ad andare presso un ufficio postale a ritirare la somma.

Attenzione

È necessario che il mezzo di pagamento sia intestato a te, altrimenti non riceverai il premio!

Attenzione

In caso di richiesta di pagamento su IBAN, insieme alla domanda devi consegnare anche il modello SR163 debitamente compilato.

Modello SR163

Scarica subito il modello SR163 compilabile PDF da allegare alla tua domanda di pagamento.