Come aprire un conto deposito

Il conto deposito, funziona diversamente dal conto corrente: è un vero e proprio strumento di investimento. Si tratta spesso di conti dove è possibile versare denaro e vincolarlo per un determinato periodo di tempo, al fine di ottenere un guadagno, sotto forma di interessi sulle somme depositate.

Si tratta di un investimento sicuro, perchè le somme non vengono investite in azioni o altri titoli rischiosi e la banca ne garantisce la restituzione, aggiungendo un tasso di interesse da corrispondere, in virtù del periodo di vincolo. Il conto deposito rappresenta quindi una soluzione interessante per chi vuole investire i propri soldi, senza correre rischi. Come aprire un conto deposito in Italia?

Fare soldi

Per avere un conto deposito, occorre aprire anche un conto corrente presso la banca offerente: il cosiddetto “conto d’appoggio”. Solitamente un conto deposito prevede un’operatività limitata: è possibile effettuare versamenti e prelievi solo da e verso il conto di appoggio e occorre vincolare le somme per un certo periodo. Le operazioni classiche di un conto corrente, con il quale non deve essere confuso, non sono disponibili: non è quindi possibile accreditare lo stipendio o la pensione INPS, fare versamenti o prelievi che non siano dal conto d’appoggio, domiciliare bollette o richiedere bancomat o carte di credito.

Come aprire un conto deposito

L’apertura di un conto deposito è piuttosto semplice: basta recarsi presso la banca scelta con un documento di identità e il codice fiscale. Non serve la busta paga perchè, non essendo un finanziamento e non prevedendo la possibilità di ricorrere allo scoperto, la banca non è tenuta a verificare il merito creditizio del correntista, per cui, il processo di apertura é abbastanza semplice e veloce.

Tante sono inoltre le banche che permettono di aprire dei conti deposito anche online, senza doversi recare in sede. In caso di conto deposito aperto online però, non essendoci stata alcuna interazione con dipendente/promotore della banca che abbia potuto identificarti, ti sarà richiesta, nel rispetto delle norme antiriciclaggio, la titolarità di un conto corrente da cui dovrai fare un bonifico di prova (di importo minimo) su un conto corrente aperto nella nuova banca (che può essere il conto di appoggio).

Prima di aprire un conto però, in banca o online, è opportuno prestare attenzione a una serie di aspetti. Ecco alcuni consigli da seguire prima di aprire un conto deposito, presso una qualsiasi banca:

1. Confronta i vari conti deposito. Prima di scegliere una banca, fai un giro sul web: ci sono tanti siti che permettono di confrontare il rendimento e le condizioni dei vari conti deposito, con pochi click e in pochi secondi.

2. Analizza bene la tua situazione finanziaria. Per quanto tempo non avrai bisogno di quei soldi? Ricorda che il conto deposito ha un vincolo e, nel caso non dovessi rispettarlo (ossia prelevare il denaro prima della scadenza), potrebbe essere prevista una penale piuttosto consistente.

3. Sii prudente. Non vincolare tutti i tuoi risparmi. Almeno un 20% lascialo sul classico conto corrente. Non mettere tutti i tuoi soldi sul conto deposito. Se per esempio hai 10.000 euro di risparmi, non metterli tutti sul conto deposito, ma lasciane almeno 2.000 liquidi, senza vincoli. Gli imprevisti purtroppo possono sempre accadere e se avessi bisogno di denaro, non dovrai svincolare le somme e pagare la penale.

4. Leggi le condizioni del conto, il foglio informativo e la clausola sul trattamento dei dati personali;

Hai bisogno di aiuto?