Come aprire un franchising

Cosa significa aprire un franchising? Il franchising è una formula che consente, a chi desidera diventare imprenditore, di avviare un’attività di cui si conosce già il nome. L’imprenditore si avvarrà quindi dell’esperienza (know how) e di un marchio forte, già ampiamente affermato, con tutti i vantaggi che ne derivano in al senso.

Ma come aprire un franchising, come funziona precisamente, a chi rivolgersi? Cominciamo subito col dire che in un’attività in franchising ci sono due protagonisti: il franchisor (ossia l’azienda che “presta” il marchio) e il franchisee, ossia l’imprenditore che che utilizza il marchio. Ecco come aprire un negozio in franchising e far si che diventi un’impresa redditizia e di successo.

Come funziona

Come detto in apertura, il franchisor presta il nome (per esempio Zara, H&M, Kiko, Tezenis, Carpisa, Yogorino, etc.) e il franchisee lo utilizza, aprendo quindi un negozio con un nome già avviato a livello nazionale, o addirittura internazionale. Siccome nessuno da’ niente per niente, ovviamente per il fatto di poter utilizzare il marchio, il franchisee dovrà pagare delle percentuali al franchisor.  Quest’ultimo non concede solo il marchio, ma tutta la sua esperienza e tutte le sue tecniche. In compenso, il frachisee dovrà pagarle un gettone iniziale (fee di ingresso) e una percentuale sugli utili periodica (royalties).

Teoricamente con questo sistema ci guadagnano tutti: l’affiliato vende aprendo un negozio con un nome già avviato, viene aiutato nella fase iniziale e seguito anche durante tutto il percorso imprenditoriale. La società detentrice il marchio ci guadagna perchè ottiene la fee di ingresso e le royalties.

Costi

Quanto costa un franchising? La società detentrice il marchio cosa offre? E’ molto difficile trovare franchising a costo zero. Il franchisor offre solo la possibilità di utilizzare il marchio e un servizio di consulenza, oltre che la fornitura dei prodotti (ovviamente a pagamento). Per quanto riguarda la scelta del locale, gli stipendi del personale e tutti i costi che ruotano attorno all’avvio dell’impresa sono completamente a carico del franchisee. Il fanchisor ti accompagnerà mano per mano, ma l’imprenditore sei tu e dovrai dimostrarlo. Potrai appoggiarti ad un’azienda più grande, a un marchio di successo, sarai accompagnato dall’ufficio consulenza, ma ovviamente dovrai crederci e mettercela tutta.

In un contratto di franchising, il franchisor molto spesso organizza dei veri e propri corsi di formazione per preparare l franchisee alla gestione dell’attività, delle risorse umane, del prodotto. Spesso, proprio a questo scopo, prima di aprire un negozio si chiede di frequentare uno stage in un negozio già avviato.

Tipi di franchising

Essenzialmente ci sono tre tipologie di franchising:

Franchising di distribuzione: dove l’affiliato vende/distribuisce un prodotto. Tipici esempi sono i franchising di abbigliamento e calzature, trucchi, bar e gelaterie, etc.

Franchising di servizi: dove l’affiliato non vende prodotti, ma servizi. Tipici esempi sono i negozi di parrucchiere, istituti di bellezza, agenzie di viaggio, servizi di consulenza professionale, etc.

Franchising industriale: in questo caso, sia l’affiliante e affiliato sono imprese industriali. Il primo concede la licenza no solo del marchio ma anche dei brevetti di fabbricazione e gli permette di usare la sua tecnologia. Sarà quindi il franchisee stesso a produrre la merce e a metterla anche sul mercato.

In tutti i casi c’è da pagare la fee di ingresso e le royalties.

Agevolazioni

Il fatto che tutto sia a carico dell’affiliato, questo non significa che possa avvalersi di specifiche agevolazioni offerte da altre fonti. Per esempio i giovani imprenditori o che desiderano aprire un’attività in particolari zone, potrebbero aver diritto a dei finanziamenti agevolati o addirittura a fondo perduto. A questo scopo, è sempre bene consultare il sito di Invitalia, l’agenzia nazionale che si occupa proprio di informare e aiutare i giovani sulle possibilità di finanziamento e altre agevolazioni per l’imprenditoria.

Hai bisogno di aiuto?