Come avere un prestito senza garanzie

Sei senza busta paga? Non hai un lavoro, oppure hai un lavoro ma precario? I contratti a tempo determinato o a progetto purtroppo, non rappresentano una garanzia per le banche. Se non possiedi nessun altro tipo di garanzia (per esempi un immobile, come una casa o un terreno), le tue possibilità di ottenere un prestito si riducono notevolmente.

Tuttavia, qualche speranza c’è. La prima cosa, a cui forse hai già pensato, é quella di trovare una persona che ti faccia da garante. Questa persona deve avere una busta paga fissa (quindi uno stipendio o la pensione INPS) e per la banca sarà la persona responsabile se tu non pagherai. Purtroppo però, non tutti hanno un garante: cosa serve per fare un finanziamento senza garanzie quindi?

Poste Italiane

Come avere un prestito senza garanzie

Se fino a poco tempo fa, banche e finanziarie rifiutavano con un secco no le richieste di finanziamento senza garanzie e senza un fidejussore (garante), attualmente i maggiori istituti si stanno adeguando per venire incontro anche a questa tipologia di clienti. Ovviamente non si parla di grandi prestiti o mutui, ma di piccoli prestiti personali, che possono essere erogati anche senza una garanzia specifica.

Un esempio é quello di Poste Italiane, che ha lanciato “SpecialCash Postepay” un finanziamento che permette di ottenere un importo fino a 1500 euro, da restituire in comode rate mensili. Cosa serve per avere questo prestito? Basta essere titolari di una carta prepagata Postepay (se non ce l’hai puoi richiederla subito presso qualsiasi ufficio postale, al costo di 5 euro).

Basta infatti essere titolari di una Postepay per ottenere il prestito SpecialCash. Nello specifico è possibile chiedere tre importi di prestito:

– 750 euro, da rimborsare con 15 rate mensili di 54,50 euro, per un importo totale del prestito pari a 835,50 euro.

– 1000 euro, da rimborsare con 20 rate mensili di 56 euro, per un importo totale del prestito pari a 1138 euro.

– 1500 euro, da rimborsare con 24 rate mensili di 71,50 euro, per un importo totale del prestito pari a 1734 euro.

Il denaro viene accreditato direttamente sulla Postepay.

Quindi non c’è bisogno di nulla, neanche di una busta paga? In realtà no, non si tratta di un prestito che viene erogato anche ai disoccupati e senza garanzie. Diciamo più che altro che si tratta di una forma di prestito che può essere concessa a chi non ha un lavoro fisso a tempo indeterminato, ma che comunque dimostra di avere un reddito, seppur precario. Per ottenere il prestito occorre infatti:

– essere titolari di Postepay;
– possedere un documento di identità e la tessera sanitaria;
– portare un documento attestante il reddito. Non è necessario un contratto a tempo indeterminato.

Per i cittadini stranieri, oltre ai documenti sopra citati, sono richiesti:

– passaporto;
– permesso di soggiorno;
– residenza in Italia da almeno 12 mesi (se dipendenti) e contratto di lavoro presso la stessa azienda da almeno 12 mesi;
– residenza in Italia da almeno 36 mesi per i lavoratori autonomi,

Hai bisogno di aiuto?