Come bloccare un appartamento in affitto

Hai deciso di affittare una casa e hai raggiunto un accordo con il proprietario. Al momento però, l’accordo é solo di tipo verbale, poichè la casa non ti servirà subito, ma fra due, tre o quattro mesi. Troppo tempo? Forse sarebbe meglio stipulare un’impegnativa di locazione commerciale: in questo modo l’appartamento sarà bloccato, non rischierai di perderlo e sia tu che il proprietario sarete più tranquilli.

Nel contratto infatti, verrà sottolineato il tuo impegno a prendere in locazione l’immobile, ma anche l’impegno del locatore ad affittare a te l’appartamento, e non ad altri che dovessero sopraggiungere successivamente alla stipula della vostra impegnativa. Di seguito un fac simile impegnativa scaricabile e compilabile.

Da questo link puoi scaricare il modello impegnativa di locazione. Il modello é relativo a un affitto in cui un’agenzia immobiliare funziona da intermediario. Cancellando le varie parti però, può benissimo essere trasformato in un modulo sottoscritto da sole due parti: il proponente e il locatore.

Solitamente, per bloccare l’immobile, viene richiesto subito un deposito cauzionale. Attenzione: affinchè l’accordo possa dirsi concluso, é ovviamente necessario stipulare il contratto di affitto vero e proprio con relativa registrazione presso l’Agenzia delle Entrate. Quella sopra infatti, costituisce soltanto un’impegnativa per bloccare l’appartamento e tutelare entrambe le parti.

Hai bisogno di aiuto?