Come calcolare l’importo dell’assegno sociale

L’assegno sociale é una prestazione economica di tipo assistenziale, a favore dei soggetti che non posseggono un reddito e che non possono vantare neanche dei contributi utili all’ottenimento della pensione. Se sei un cittadino italiano, hai almeno 65 anni, risiedi abitualmente in Italia e hai un reddito al di sotto della soglia minima, o non hai affatto reddito, puoi richiedere l’assegno sociale.

Possiedi tutti i requisiti per ottenere l’assegno sociale e sei pronto a fare domanda (la richiesta va fatta sul sito dell’INPS, presso i patronati o il call center adibito), ma vorresti sapere a quanto ammonta l’importo dell’assegno sociale che ti verrà erogato? Come si calcola l’assegno sociale? Di seguito il calcolo per la determinazione, accompagnato da esempi numerici.

Come calcolare l’importo dell’assegno sociale

L’importo massimo dell’assegno sociale stabilito per l’anno 2013 ammonta a 442,30 euro (5.749,90 euro all’anno). L’assegno sociale può essere erogato in misura totale (quindi pari a 442,30 euro) oppure in misura ridotta, in base alla presenza di altri redditi, personali e/o del coniuge.

Se sei non coniugato o sei legalmente ed effettivamente separato, hai diritto all’assegno sociale in misura intera (442,30 euro) se non hai altri redditi, in misura ridotta invece fino alla concorrenza dell’assegno sociale stesso.

Esempio: se hai altri redditi, supponiamo pari a 200 euro mensili, ti sarà erogato un assegno sociale di importo pari a 442,30 – 200 = 242,30 euro.

Se hai redditi pari a 300 euro mensili, ti sarà erogato un assegno sociale di importo pari a 442,30 – 300 = 142,30.

Se non possiedi alcun reddito ti sarà erogato l’importo massimo: 442,30 euro mensili.

Non hai diritto all’assegno sociale se possiedi redditi superiori all’importo dell’assegno sociale stesso.

Se sei coniugato l’importo massimo é calcolato tenendo presente anche il reddito coniugale.

Esempio: se il tuo coniuge non ha alcun reddito, hai diritto all’importo massimo di assegno sociale (misura intera) pari a 442,30 euro.

Se il tuo coniuge possiede dei redditi, hai diritto all’assegno in misura ridotta, se il totale dei reddito é inferiore al doppio dell’importo dell’assegno sociale.

Esempio: il tuo coniuge ha già un assegno sociale pari a 442,30 euro. Il doppio dell’assegno sociale é pari a 884,60 euro. Se non possedete altri redditi avrai diritto anche tu a 442,30 euro mensili.

Se per esempio il tuo coniuge ha un reddito pari a 650 euro mensili e non avete altri redditi, tu hai diritto a un assegno sociale pari a 884,60 – 650 = 234,6 euro mensili circa.

Se possedere redditi pari o superiori a 884,60 euro mensili, non hai diritto all’assegno sociale.

NB: i calcoli sono da ritenersi approssimativi, poiché potrebbero subire variazioni in base all’applicazione di ulteriori e/o nuovi criteri o modifiche della vigente normativa. Ricordiamo inoltre che l’importo dell’assegno sociale non é sempre fisso tutti gli anni, ma è determinato ogni anno con un decreto ministeriale, calcolato in relazione all’aumento percentuale delle pensioni.

Hai bisogno di aiuto?