Come calcolare l’assegno familiare

L’assegno per il nucleo familiare è una somma di denaro che viene erogata a favore dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, allo scopo di sostenere i nuclei familiari composti da più persone e la cui somma di tutti i redditi risulti inferiore a dei limiti stabiliti (questi limiti sono indicati ogni anno dalla legge). Come calcolare l’assegno familiare? Quanto spetta?

L’importo dell’assegno viene calcolato in base al numero dei componenti del nucleo familiare; al reddito complessivo di tutti i componenti e in base all’appartenenza alle fasce di reddito stabilite dalla legge. Per questo motivo l’importo dell’assegno familiare non é uguale per tutti, ma risulta variabile proprio in relazione a questi parametri. Come si calcola l’importo spettante e come richiedere l’assegno?

Come già anticipato, il calcolo dell’assegno familiare e quindi il suo valore, varia in base a:

1) Composizione del nucleo familiare.

2) Reddito familiare: derivante dalla somma dei redditi del nucleo familiare.

3) Fasce di reddito e misura dell’assegno. L’importo dell’assegno viene stabilito individuando la tabella applicabile (vi sono 15 diverse tabelle che individuano i diversi tipi di nucleo familiare), in relazione alla fascia di reddito e al numero dei componenti il nucleo familiare.

Come richiedere l’assegno familiare

L’assegno va richiesto direttamente al datore di lavoro tramite l’apposito modello (ANF/dip.) reperibile nelle sedi INPS o direttamente dal sito. L’importo dell’assegno viene pagato direttamente dal datore di lavoro, per cui il lavoratore avente diritto lo troverà accreditato in busta paga. Il datore di lavoro poi, scaricherà questo importo a conguaglio con le somme a debito verso l’INPS.

Prima di fare la richiesta, é opportuno rivolgersi a un consulente del lavoro o a un patronato, che sapranno dare maggiori delucidazioni in maniera più precisa e adeguata rispetto alla propria situazione.

Hai bisogno di aiuto?