Come chiedere l’Asdi

Il 2015 si apre con una nuova riforma nell’ambito della previdenza sociale INPS. Vanno in pensione, dopo solo pochi anni, le “vecchie” ASPI e Mini ASPI, sostituite dalla NASPI, Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego che, di fatto, può durare al massimo due anni. Da maggio 2015, in via sperimentale, parte anche la nuova ASDI. Come funziona, di cosa si tratta e come richiederla?

Praticamente, l’ASDI, che sta per Assegno di Disoccupazione, è una ulteriore misura a favore di coloro che hanno esaurito tutto il periodo di fruizione della NASPI, ma che ancora non hanno trovato un lavoro e versano in condizioni di grave difficoltà economica.

INPS

Come chiedere l’Asdi

L’Asdi, l’Assegno di disoccupazione, in vigore in via sperimentale dal 2015, é una prestazione economica erogata dall’INPS a favore dei disoccupati che, nonostante abbiano terminato tutto il tempo di fruizione della NASPI, si trovino ancora senza lavoro e in condizioni di gravi difficoltà economiche.

L’Asdi può essere richiesta online sul sito INPS (per chi é in possesso di pin INPS), tramite i patronati, CAF, commercialisti e altri intermediari abilitati. Può essere fatta la domanda anche tramite il call center dell’INPS al numero 803164 da rete fissa o al 06164164 da cellulare.

Per quanto tempo si può percepire l’Asdi? L’Asdi può essere erogato per massimo sei mesi e l’importo é pari al 75% dell’ultimo Naspi percepito. La sua erogazione é condizionata all’adesione ad un progetto di riqualificazione e/o reintegro al lavoro predisposto dai competenti servizi per l’impiego.

Dal 2015, anche i lavoratori a progetto che perdono il lavoro hanno diritto a una indennità di disoccupazione: la Dis Coll, erogata a favore dei lavoratori a progetto iscritti alla gestione separata e che possono far valere almeno tre mesi di contributi dal primo gennaio dell’anno precedente.

Hai bisogno di aiuto?