Come chiedere la disoccupazione

L’indennità di disoccupazione ASpI é una prestazione economica erogata dall’INPS a favore dei lavoratori dipendenti che perdono involontariamente la propria occupazione. Si ha quindi diritto alla disoccupazione AspI in caso di licenziamento individuale, collettivo, in caso di chiusura dell’azienda, ma non in caso di dimissioni volontarie.

L’INPS prevede la possibilità di chiedere l’ASpI ordinaria, che sostituisce la vecchia indennità di disoccupazione ordinaria, oppure la Mini ASpI, che sostituisce la vecchia indennità di disoccupazione a requisiti ridotti. Di seguito vediamo come chiedere la disoccupazione, i requisiti per ottenerla e la modalità di domanda.

Disoccupazione

Per richiedere l’ASpI ordinaria sono necessari due requisiti: un’anzianità assicurativa di almeno due anni e la contribuzione di almeno un anno nel biennio precedente.

Chi non rientra in questi requisiti, può comunque richiedere la Mini ASpI, se può far valere almeno 13 settimane di contribuzione INPS nell’ultimo anno.

Come chiedere la disoccupazione: la domanda può essere presentata esclusivamente online in via telematica, attraverso una di queste modalità:

– web: accedendo al sito ufficiale INPS (occorre essere in possesso del PIN INPS. A questo link come richiedere il PIN INPS)
– tramite call center chiamando il numero 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da cellulare a pagamento;
– rivolgendosi a CAF, patronati, intermediari (commercialisti, ragionieri, etc.).

La domanda deve essere presentata entro due mesi dall’avvenuta disoccupazione.

Per quanto tempo spetta: coloro che hanno un’età inferiore a 50 anni, hanno diritto a 8 mesi di disoccupazione. Chi ha un’età compresa tra 50 e 55 anni, ha diritto a 12 mesi di disoccupazione. Chi ha 55 o più anni ha diritto a 14 mesi di disoccupazione.

Quanto spetta. L’importo spettante é pari a circa il 75% della retribuzione media mensile degli ultimi due anni. L’importo dell’indennità non può essere superiore a un limite massimo individuato ogni anno per legge. Dopo i 6 mesi inoltre, l’indennità scende di un ulteriore 15%. Il pagamento é erogato mensilmente e comprende gli assegni familiari. La disoccupazione può essere accreditata su conto corrente (bancario o postale), su libretto portale oppure, il disoccupato può ritirarla in contanti presso uno sportello Poste Italiane rientrante nel CAP di residenza o domicilio (solo per indennità inferiori a 1.000 euro).

Hai bisogno di aiuto?