Come chiudere un conto corrente

Il decreto legge Bersani sulla concorrenza e la tutela dei consumatori parla chiaramente: chi é titolare di un conto corrente può chiuderlo in qualsiasi momento e non sono ammesse spese di chiusura o altre penalità. Come chiudere un conto corrente? E se é cointestato? prima di procedere con la chiusura del conto dobbiamo fare alcune verifiche.

Assicuriamoci innanzitutto che il conto corrente non sia con il segno negativo (che quindi non ci siano debiti, o come si dice in gergo, non sia in “rosso”). In questo caso dovremo pagare lo scoperto ed i relativi interessi maturati fino al giorno della chiusura. Se invece abbiamo ancora del denaro facciamo prima un bonifico verso un altro conto o preleviamo il denaro per portare a zero il conto.

Verifichiamo che non ci sia nessuna operazione attiva su di esso: accredito di stipendio, di pensione, addebito di utenze o rate di finanziamenti o mutui. Dopo queste verifiche possiamo finalmente procedere: vediamo come chiudere un conto corrente bancario o postale. attraverso due metodi:

METODO 1: allo sportello della banca o della posta. Rechiamoci con un documento di identità, codice fiscale, bancomat, carta di credito e libretto di assegni se lo abbiamo. Un operatore dello sportello farà sul computer tutte le operazioni per chiudere il conto. Taglierà la carta di credito e il bancomat e ci farà firmare alcuni moduli.

METODO 2: Se ci scoccia andare in banca, sapendo che l’operatore potrebbe chiudere il conto malvolentieri o comunque tartassarci di domande sul perchè vogliamo chiudere il conto, se non ci siamo trovati bene, ecc… possiamo optare per la chiusura del conto con raccomandata A/R. Ecco una lettera facs simile da compilare, stampare e spedire alla banca, sia alla filiale, sia alla direzione generale della banca. Per certezza facciamo una telefonata al call center della banca e chiediamo a che indirizzo mandare la richiesta di chiusura. Ecco un facs simile richiesta chiusura conto corrente:

Mittente: nome dell’intestatario del conto (se il conto é cointestato a firma congiunta occorrono i dati di entrambi i titolari, se é a firma disgiunta, un solo intestatario può chiudere il conto)
Indirizzo
Recapito telefonico

Raccomandata a/r

Destinatario: Nome Banca

Luogo e data

Oggetto: chiusura del conto corrente intestato a __________________________

Gent.li signori,

in virtù del decreto legge Bersani, vi comunico la mia intenzione di chiudere il conto corrente n._________________________ intestato a _________________________ c/o agenzia ____________________.
Dispongo inoltre di trasferire la somma rimanente (se non abbiamo già provveduto a portare a zero il saldo) sul conto n. ____________________, codice IBAN __________________ presso agenzia _________________________ e intestato a ___________________ dopo aver accreditato gli interessi attivi e addebitato le spese di gestione (se dovuti).

(Se siamo anche titolari di deposito titoli aggiungiamo la seguente):

Vi chiedo anche di procedere alla chiusura del conto titoli n. ______________ e di trasferire i titoli rimanenti sul conto titoli n. __________________________ presso ______________ (nome banca o ufficio postale), agenzia di __________________.

Allego bancomat, carta di credito, entrambe tagliate e gli assegni annullati e non ancora utilizzati.

Rimango in attesa di Vostra conferma e porgo distinti saluti.

In fede
Firma intestatario/i

Hai bisogno di aiuto?