Come comunicare la malattia al datore di lavoro

In caso di malattia, il dipendente ha due obblighi: comunicare l’assenza al datore di lavoro e inviare la relativa certificazione medica. Si tratta di due doveri correlati, ben distinti, poichè le due comunicazioni rispondono a due diversi scopi: la prima serve ad avvisare il datore di lavoro dell’assenza; la seconda, invece, serve a provare la causa dell’assenza, ossia la malattia.

La comunicazione dell’assenza dal lavoro per malattia infatti. può avvenire con qualsiasi mezzo se non diversamente indicato nel CCNL (Pretore Firenze, 03/03/1987), quindi via telefono, via email, nel modo più tempestivo. Il dipendente, dovrà poi provvedere a richiedere il certificato medico. Vediamo cosa fare, alla luce della nuova normativa che richiedere l’invio online del certificato e non più in forma cartacea.

INPS

Il dipendente può recarsi dal medico (o se impossibilitato può chiedere una visita a casa) e chiedere il certificato medico. Il dottore chiederà al paziente l’indirizzo del suo domicilio, dove potranno recarsi gli agenti per gli eventuali controlli fiscali-previdenziali.

Il medico provvederà, entro 24 ore dalla visita, a mandare certificato di malattia online direttamente all’INPS e al lavoratore, comunicherà il numero di protocollo del certificato. Il dipendente dovrà, se espressamente richiesto, comunicare questo numero di protocollo al datore di lavoro (via email, telefono, etc.). Se il paziente lo richiede, il medico può rilasciare una copia anche cartacea del certificato medico.

Il lavoratore, in qualsiasi momento, può controllare e stampare il certificato di malattia direttamente sul sito INPS inserendo il suo codice fiscale e il numero di protocollo. Può effettuare la stessa verifica chiamando anche il contact center dell’INPS al numero 803.164.

Hai bisogno di aiuto?