Come diventare astronauta ESA

Dopo l’avventura di Samantha Cristoforetti, quante sono state le ragazze e i ragazzi alla ricerca di informazioni su come diventare astronauta ESA? Tanti, tantissimi. La nostra connazionale, la prima donna italiana nello spazio, ha affascinato tutte le giovani e meno giovani generazioni, che hanno iniziato a chiedersi quale sia il percorso da intraprendere per diventare astronauta ESA, quali studi occorrono. i requisiti fisici, come e a chi inviare la domanda e, ovviamente anche a quanto ammonta lo stipendio.

L’ESA ha selezionato i primi astronauti nel lontano 1978 e, con il tempo e le missioni che aumentavano, nel 1992 sono state fatte altre selezioni. Nel terzo millennio è cominciata una nuova era e, per chi ha riposto questo sogno nel cassetto, ci sono nuove opportunità. Vediamo cosa fare.

Astronauta

Come diventare astronauta ESA

L’ESA è alla ricerca di nuovi talenti da ingaggiare per le proprie missioni sulla ISS, la Luna e oltre.

La propria candidatura deve essere inviata sul sito dell’ESA (in basso i link), dove è possibile trovare tutti i posti vacanti e candidarti. L’ESA sul suo sito sottolinea di non inviare candidature spontanee, ma di candidarsi specificatamente per un posto (è possibile anche inviare singole domande per più posti). Nell’offerta di lavoro pubblicata sul sito, c’è sempre la descrizione del lavoro, le qualifiche richieste, la data di chiusura per l’invio delle candidature e la descrizione del lavoro.

Se desideri diventare astronauta ESA devi avere un’ottima conoscenza della lingua inglese. Il russo è la seconda lingua a bordo delle astronavi ESA e, sebbene sia preferibile parlarla, non è necessaria per partecipare alle selezioni. L’inglese (ottimo) é invece indispensabile.

Per candidarsi occorre registrarsi al sito (in basso i link), inserire i propri dati anagrafici e un certificato medico relativo all’esame JAR-FCL 3, di Classe 2 (il certificato deve essere rilasciato da un esaminatore certificato dall’Autorità Medica Aeronautica Nazionale). Dopo la registrazione il sito invia una password per accedere al formulario di domanda.

Come funziona la selezione?

I curriculum vengono esaminati e i selezionati per un colloquio vengono contattati entro due-quattro settimane dalla data di chiusura della domanda. ESA copre le spese di viaggio per tutti coloro che devono recarsi in sede per affrontare un colloquio.

Le selezioni constano di test psicologici per i candidati; una seconda fase per i candidati prescelti con test psicologici e colloqui; poi esami medici ed infine colloqui di lavoro. La lista finale dei candidati viene sottoposta al Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per il reclutamento.

Quali sono i requisiti richiesti?

Ogni candidatura consta di specifici requisiti, generalmente comunque, occorre avere competenze scientifiche, possedere una laurea in Scienze Naturali (fisica, biologia, chimica, matematica), Ingegneria o Medicina, parlare un ottimo inglese e avere una buona forma fisica.

Tra gli altri requisiti non obbligatori, ma che rappresentano un surplus, le esperienze di volo attivo, studi in campo aeronautico ed astronautico e la conoscenza del russo.

Problemi di vista: molti candidati non vengono più chiamati per problemi alla vista. Gli esami più importanti vanno a controllare l’acuità visiva, la percezione dei colori e la visione tridimensionale. Le lenti a contatto non pregiudicano la selezione, ma è importante che il difetto visivo non sia tale da peggiorare rapidamente e impedire l’attività nello spazio.

Dove inviare la domanda: a questo link é possibile candidarsi per i posti vacanti ESA. A quest’altro link invece le offerte ESA per i giovani laureati.

Hai bisogno di aiuto?