Come diventare categoria protetta

Cos’è, cosa significa “categoria protetta”? Il significato di queste parole é abbastanza semplice: lo stato, attraverso delle leggi, ha deciso di tutelare determinate categorie deboli, affinché siano avvantaggiate nella ricerca di lavoro e inserirsi adeguatamente nel contesto sociale. Ma come diventare categoria protetta, come iscriversi nell’elenco appartenente a questa categoria, quali sono i requisiti necessari?

Le categorie protette sono quelle tutelate dalla legge 68/99: invalidi, orfani o altri soggetti “deboli”, possono così accedere a tutte le proposte i concorsi di lavoro a loro riservate. Di seguito i requisiti per l’iscrizione e la procedura per chiedere l’iscrizione nell’elenco ed entrare a far parte quindi di questa categoria.

Lavoro

Come diventare categoria protetta: i requisiti

Possono iscriversi alla lista delle categorie protette, i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

– invalidità civile maggiore del 45%;
– invalidità al lavoro con invalidità INAIL maggiore del 33%;
– cechi, sordomuti e non vedenti con menomazione visiva di almeno 9 decimi ad entrambi gli occhi;
– invalidi di guerra, invalidi civili di guerra;
– vedove e orfani di guerra;
– vittime del terrorismo, invalidi militari e della protezione civile.

Come chiedere l’iscrizione

Se possiedi uno dei requisiti di cui sopra, puoi chiedere l’inserimento nelle categorie protette. rivolgiti quindi al centro dell’impiego della tua zona. Qui ti saranno richiesti, oltre ai tuoi documenti di identità, anche appositi certificati attestanti, tra cui, per esempio, il grado e la percentuale di invalidità (rilasciato dall’INPS) e il certificato di disoccupazione (rilasciato dall’Ufficio Provinciale del Lavoro). Puoi chiedere tutte le informazioni al centro per l’impiego.

Mi sono iscritto alla lista delle categorie protette. E ora?

Ora hai maggiori possibilità di trovare un lavoro. Hai notato che spesso, negli annunci di lavoro si ricerca personale esclusivamente appartenente alle categorie protette? In Italia infatti, le aziende (pubbliche e private), hanno l’obbligo di assumere personale appartenente a queste liste e, precisamente:

– un lavoratore disabile per le aziende fino a 35 dipendenti;
– due lavoratori disabili per le aziende fino a 50 dipendenti;
– il 7% dei lavoratori per le aziende oltre i 50 dipendenti.

Le aziende che assumono personale appartenente alle categorie protette, godono di agevolazioni fiscali e contributive.

Il Centro per l’Impiego tiene quindi l’elenco delle categorie protette e si occupa anche di raccogliere le richieste pervenute dalle aziende che intendono assumere personale di queste categorie. Il centro, crea quindi una graduatoria degli iscritti e, quando un’azienda cerca un lavoratore o collaboratore, attinge da questa graduatoria il soggetto con i requisiti ricercati. A costui sarà fissato un colloquio. Puoi anche cercare tu lavoro, spontaneamente, per esempio su internet e proporre la tua candidatura, soprattutto quando nell’annuncio di lavoro é sottolineato che saranno preferiti iscritti alle categorie protette (hai più chance rispetto agli altri!).

Recati costantemente al centro per l’impiego a cui sei iscritto, in modo da controllare periodicamente la graduatoria degli iscritti e renderti conto, così, delle proprie reali possibilità di assunzione in quella zona. ricorda, che puoi anche decidere di iscriverti alle liste di un’altra regione, dove ritieni che ci siano più opportunità lavorative.

Ti consiglio di dare un’occhiata a questo sito Categorieprotette.it: potrai trovare offerte di lavoro e tanti link e consigli utili.

Fonte: legge 12 marzo 1999, n. 68.

Hai bisogno di aiuto?