Come diventare consulente del lavoro 2012

È un libero professionista che svolge assistenza fiscale verso le imprese, la pubblica amministrazione ma anche verso i privati: sono soprattutto le prime a rivolgersi a questa figura, per questioni relative alle buste paga, contratti di assunzione, maternità, ferie, ore da recuperare, TFR, dimissioni, insomma tutto ciò che concerne il lavoratore dipendente.

Come diventare un consulente del lavoro? Innanzitutto occorre sottolineare che esiste un ordine professionale di categoria e un albo professionale a cui é necessario essere iscritti, senza questa iscrizione infatti non siamo abilitati e non possiamo operare. É necessaria la laurea per accedere a questa professione?

Fino al 2007 si poteva diventare consulente del lavoro senza laurea, era sufficiente il diploma di scuola superiore, un praticantato di almeno due anni e un esame abilitante per accedere alla professione. Ora é necessaria almeno una laurea triennale + 2 anni di praticantato obbligatorio + l’esame di Stato abilitante alla professione.

Ecco l’iter:

1) Laurea triennale in giurisprudenza, scienze economiche o scienze politiche ovvero il diploma universitario in consulenza del lavoro. Solitamente queste facoltà non sono a numero chiuso per cui non é necessario superare un test di ammissione.

2) Praticantato presso lo studio di un consulente, ma anche presso un altro professionista, che sia avvocato, commercialista o ragioniere. Ogni consiglio provinciale dell’Ordine conserva un registro dei praticanti dove devono essere iscritti coloro che svolgono la pratica professionale. Il praticantato deve essere di almeno due anni e avere con una frequenza minima di quattro ore al giorno.

3) Esame abilitazione consulente del lavoro. L’esame consta solitamente di due prove scritte (diritto del lavoro e tributario, legislazione sociale) e una orale (diritto del lavoro e tributario, nonchè privato, pubblico e penale, legislazione sociale; ragioneria con riferimento soprattutto al costo del lavoro e bilancio).

Non si può diventare consulente del lavoro se si è dipendenti statali o iscritti all’albo dei giornalisti.

Hai bisogno di aiuto?