Come diventare educatore cinofilo

Mondo affascinante quello che riguarda l’educazione dei nostri amici a quattro zampe: educatore, istruttore e addestratore. Quali sono le differenze?  Gli ultimi due si occupano della preparazione atletica di cani per prove sportive o nella preparazione di utilità e difesa, mentre il primo assume un ruolo che si interpone tra cane e padrone, allo scopo di insegnare a entrambi come convivere l’uno con l’altro, gestendo aggressività o disobbedienza, per una convivenza serena e pacifica.

Come diventare educatore cinofilo? Il primo, indispensabile requisito, é un amore genuino e sincero verso i nostri amici a quattro zampe. Una persona che ama e conosce il mondo canino, che ne comprende le esigenze e la sensibilità, con il desiderio di aiutare il prossimo: questa é la vocazione che spinge spesso qualcuno a intraprendere questa strada. Anche perchè, gli animali, soprattutto i cani, hanno una spiccata sensibilità e sanno riconoscere a “fiuto” le persone diffidenti o comunque che non hanno rispetto verso di loro.

Corsi di formazione

Per accedere a questa professione, oltre a una innata passione per gli animali e una profonda conoscenza del mondo canino, é necessario frequentare appositi corsi. A tal proposito possiamo monitorare il sito dell’Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili (APNEC), dove sono indicate le scuole riconosciute che organizzano appositi corsi per il conseguimento della qualifica di educatore cinofilo. I corsi solitamente partono da quello base, per acquisire le fondamentali competenze teoriche e pratiche: al termine del corso è rilasciato un attestato (CNS Libertas, CONI o APNEC) riconosciuto a livello nazionale, grazie al quale potremo iniziare a lavorare o accedere a corsi di specializzazione superiore (agility, pet therapy, obbedience, work nose, ecc.) Per accedere a questi corsi, a pagamento, è necessario sostenere un colloquio motivazionale e superare un esame finale.

Quanto guadagna un educatore cinofilo? Come sempre, tutto dipende se lavoriamo come dipendenti presso un centro addestramento o se lavoriamo in proprio, quindi con partita IVA. Nel primo caso lo stipendio sarà di circa 1000 euro, nel secondo tutto dipende dal network lavorativo che verremo a crearci. Solitamente un educatore cinofilo prende da 15 ai 25 euro l’ora per lezioni individuali, i professionisti che fanno recupero comportamentale anche di più e spesso si  affiancano ai veterinari.

Possiamo iniziare proponendoci alle pensioni per animali, ai canili municipali, fare esperienza e poi creare una propria rete di contatti. Gli educatori esperti sono molto richiesti anche dalle forze dell’ordine e nella protezione civile.

Hai bisogno di aiuto?