Come diventare questore di polizia

L’etimologia della parola questore ha origini latine: da quaestorum, significa cercare, procacciare, indagare. Ma non é il significato quello che realmente ci interessa: quello che vogliamo scoprire é quali sono i suoi compiti specifici e soprattutto come diventare questore di polizia.

Il questore di polizia é esattamente il Dirigente superiore delle Polizia di Stato, é quindi la persona responsabile dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha il compito di prevenire i reati attraverso l’attività investigativa ed la figura all’apice dell’Amministrazione della Pubblica sicurezza. Come intraprendere questa carriera? Il percorso inizia in polizia: bisogna iniziare dal concorso per commissari, é il primo ruolo dirigenziale che ci porterà a raggiungere quello che desideriamo.

I concorsi sono periodicamente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale e possiamo trovare tutte le informazioni nonchè il banco alla voce:” Concorsi ed esami”. I requisiti per l’accesso sono:

1- i pieni diritti politici e la cittadinanza italiana,
2- la laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia o lauree equiparate (laurea quadriennale vecchio ordinamento oppure laurea specialistica)
3- massimo 32 anni di età: questo limite non vige per talune categorie, come gli ispettori.

Il concorso consiste in prova scritta, orale e idoneità psico fisica valutata attraverso un test psicofisico prima delle prove scritte. L’esame scritto verte su materie giuridiche, medicina legale, nonchè una lingua straniera e sull’uso del computer.

Abbiamo vinto il concorso? Bene. saremo nominati Commissario di Polizia e inizieremo a frequentare un corso biennale presso la Scuola Superiore di Polizia dove conseguiremo il Master di II livello in “Scienze della Sicurezza”. Il passaggio dal primo al secondo anno avviene con il superamento degli esami e l’ottenimento dell’idoneità.

Dopo i due anni saremo nominati Commissario Capo, a cui seguirà la nomina di Vice Questore Aggiunto (dopo essere stati Commissario Capo per almeno 5 anni e 6 mesi). Il successivo gradino di questa scala dirigenziale é quello di Dirigente (primo dirigente, dirigente superiore o questore, dirigente generale). Alla qualifica di primo dirigente si accede con un concorso interno, per titoli ed esami, secondo le modalità prescritte dal Ministero degli Interni. Dopo tre anni di servizio potremo diventare Dirigente Superiore, cioè, finalmente, Questore. Ecco l’elenco riassuntivo della scala gerarchica, dal più basso al più alto:

– Commissario di Polizia
– Commissario Capo
– Vice Questore Aggiunto
– Dirigente (primo dirigente, dirigente superiore ovvero questore, dirigente generale).

Hai bisogno di aiuto?