Come diventare wedding planner

È il sogno di tante donne (e perché no, anche di uomini): diventare organizzatore di matrimoni, o come si dice attualmente, wedding planner. In Italia é una professione abbastanza recente, mentre all’estero, soprattutto nelle grandi città, é un mestiere ormai “navigato”. Ed é proprio nelle grandi città che avremmo più possibilità di successo: Milano, Roma, Torino, un wedding planner che opera in queste zone ha sicuramente molte più possibilità rispetto a chi abita in un villaggio sperduto.

Anche se, grazie a internet ormai, é possibile rivolgersi a un’ampia fetta di utenza. In questo caso però, dobbiamo dotarci di un sito internet davvero eccezionale ed essere disposti a viaggiare molto. Ma partiamo dal principio: come diventare wedding planner in Italia?

Diventare wedding planner è sicuramente un’interessante realtà professionale anche in Italia, Non crediamo però che sia uno scherzo o un mestiere poco faticoso: si tratta infatti di un lavoro molto impegnativo e strutturato, che richiede una buona dose di pazienza e resistenza allo stress. È risaputo infatti che non è cosa facile organizzare un matrimonio: occorre occuparsi di tutti gli aspetti, contattare i fornitori dei diversi servizi, dovrà imprimere uno stile al matrimonio.

Come si diventa wedding planner. Prima di tutto dobbiamo avere ottime capacità organizzative, essere risoluti e abili. Ovviamente oltre alla capacità gestionali, occorre anche avere una certa formazione. È sicuramente auspicabile, anche se non obbligatorio, seguire un corso di formazione. Non si tratta infatti di un mestiere per cui occorre iscriversi ad albi o elenchi e quindi possiamo scegliere uno dei tanti corsi che attualmente sono in essere. Attenzione però: per trovare il corso adatto bisogna cercare un po’: di corsi per wedding planner ce ne sono fin troppi ed é quindi sempre opportuno valutare bene la validità degli insegnanti e del corso, per evitare di spendere denaro senza o con pochi risultati.

Quanto guadagna un wedding planner? Il guadagno é variabile. Se veniamo assunti da un’azienda di wedding planner probabilmente guadagneremo uno stipendio sui 1.200 euro al mese. Spessissimo però, il wedding planner lavora come libero professionista e ha una propria partita IVA. La maggior parte dei wedding planner sceglie di farsi pagare in due modi: o concordando un prezzo unico per il servizio offerto, oppure in percentuale (solitamente attorno al 20% sui singoli servizi offerti).

Hai bisogno di aiuto?