Come e quando si paga la cedolare secca

Come e quando si paga la cedolare secca? Chi decide di optare per il regime della cedolare secca, può aderirvi in fase di registrazione del contratto presso l’Agenzia delle Entrate, compilando il modello semplificato Siria oppure il modello 69. Una volta registrato il contratto di locazione, come e quando pagare la cedolare secca sugli affitti posti in essere?

L’importo dovuto c titolo di cedolare secca, va pagato in parte (il 95%, a titolo di acconto) entro l’anno, il restante 5%, a titolo di saldo, va pagato l’anno successivo.

Se il totale dell’imposta dovuta non supera i 257,52 euro, la cedolare secca va pagata con un acconto del 95% entro il 30 novembre. Se il totale dell’imposta dovuta supera i 257,52 euro, l’acconto del 95% può essere versato entro due scadenze: entro il 16 giugno se ne versa il 40%, entro il 30 novembre se ne versa il 60% entro il 30 novembre. Quando va versato il restante 5%? Il 5% rimanente va versato, a titolo di saldo, l’anno successivo. L’Agenzia delle Entrate, annualmente potrebbe prevedere delle proroghe alle scadenze.

Come si versano questi importi?

L’imposta si paga con modello F24, se in fase di dichiarazione dei redditi abbiamo utilizzato il modello Unico. Se invece abbiamo presentato il modello 730, la cedolare secca si paga con trattenute direttamente sulla busta paga a cura del sostituto d’imposta (datore di lavoro o INPS per i pensionati). In caso di pagamento con modello F24 i codici tributo da indicare nella Sezione Erario sono 1840 per la prima rata di acconto), 1841 per la seconda o unica rata di acconto, 1842 per il saldo dell’anno precedente.

Hai bisogno di aiuto?