Come ereditare un conto corrente

Non sono rari i casi in cui un soggetto erediti un conto corrente da un parente defunto. In caso di morte del correntista, si ha il cosiddetto “passaggio di mano” di un conto corrente, che rappresenta l’eredità. Come ereditare un conto corrente e dimostrare di essere il legittimo successore (o i legittimi successori, in caso di più eredi)?

Una persona cara lascia al coniuge e ai figli un conto corrente, nel quale sono depositati dei soldi, ma capita che lasci anche dei libretti bancari o postali, dei prodotti finanziari o portafogli titoli (azioni, obbligazioni, etc.). Ovviamente, gli eredi possono sapere l’importo depositato ed entrarne in possesso, seguendo un preciso iter. Vediamolo insieme.

Innanzitutto occorre richiedere, presso gli organi competenti, ilcertificato di morte dell’intestatario (il certificato di morte é rilasciato dal Comune). Dopodichè, insieme ai documenti di identità dell’erede o degli eredi, occorrerà recarsi in banca. In quella sede si potrà conoscere l’esatto ammontare delle somme depositate sul conto, e avviare il procedimento di sblocco. Sottolineiamo infatti, che la banca non viene a conoscenza automaticamente del decesso del titolare, ma saranno gli eredi a occuparsi di informarla e ad avviare le relative pratiche ereditarie.

La banca chiederà agli eredi una copia della dichiarazione di successione, ossia quel documento che gli eredi compilano per informare l’Agenzia delle Entrate sull’ammontare dei beni del defunto e il corrispettivo valore. Presso la banca dove é detenuto il conto, sarà possibile ottenere tutte le informazioni, gli eventuali moduli da compilare, avviare la procedura di sblocco del conto e poi trasferire le somme su un altro conto corrente, quello degli eredi.

In caso di conto cointestato, il denaro depositato diviene eredità secondo quanto specificato nell’atto di apertura del conto. Quello che occorrerà valutare in questo caso, é se si tratta di conto cointestato con firma congiunta o con firma disgiunta. Nel primo caso, se muore il cointestatario, il conto viene “congelato” e l’eredità consegnata agli eredi legittimi. Nel secondo caso la somma depositata va automaticamente a favore del cointestatario.

Hai bisogno di aiuto?