Come funziona lo scorrimento delle graduatorie di medicina

Il tuo sogno é quello di diventare medico? Oppure vuoi diventare fisioterapista, tecnico di laboratorio, infermiere, logopedista o aspiri comunque a un’altra professione sanitaria. Come sai, per il momento questi sono corsi a numero chiuso e per immatricolarsi è necessario superare il test di ammissione. Sembra che in futuro, probabilmente già tra un anno il numero chiuso sarà abolito.

Nel frattempo, chi vuole iscriversi quest’anno, dovrà superare il test. Ma come funziona lo scorrimento delle graduatorie di medicina? Di seguito vediamo innanzitutto quali sono le materie del test di accesso a questa Università, come è fatta la prova, come funziona la graduatoria e quindi il relativo scorrimento.

Università

Le materie della prova

Il test di ammissione alla facoltà di medicina é composto da 60 domande a risposta multipla, di cultura generale, logica, biologia, chimica, fisica e matematica. Per lo svolgimento si hanno a disposizione 100 minuti. Per i punteggi si attribuiscono 1,5 punti per ogni risposta esatta, meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata, e zero punti per ogni risposta non data. Si possono ottenere quindi massimo 90 punti. Il punteggio minimo viene stabilito ogni anno e dipende dai posti disponibili e dal numero di candidati.

La graduatoria anonima viene pubblicata circa 15 giorni dopo e il singolo candidato può consultare la propria posizione in graduatoria loggandosi al sito Accessoprogrammato.miur.it (username e password vengono forniti agli studenti il giorno del test, in aula).

Come funziona lo scorrimento delle graduatorie di medicina

Sempre in quest’area riservata, dopo qualche giorno il Miur pubblica le assegnazioni dei posti del corso di Medicina e Odontoiatria degli studenti che hanno avuto un punteggio utile e hanno inserito i vari corsi come “prima scelta”. Questi studenti devono immatricolarsi entro 4 giorni.

Inizia quindi il vero e proprio scorrimento della graduatoria e i candidati possono essere in due situazioni: Assegnato o Prenotato.

Candidato Assegnato. Lo studente ha indicato in ordine di preferenza (prima, seconda e terza), i corsi per i quali intende concorrere. Partendo prima della lista, e in base ai punti, il MIUR gli assegna il primo posto disponibile. Il candidato ha 4 giorni per immatricolarsi.

Candidato Prenotato. In questo caso lo studente può scegliere tra due corsi: immatricolarsi subito al corso dove ha ottenuto il posto ma che, tra le sue preferenze (prima, seconda, terza) si trova “più in basso”, oppure attendere che, con lo scorrimento della graduatoria, qualcuno rinunci e si liberi un posto in una università “più in alto” nella sua lista di preferenze. In questo caso però c’è un rischio, perchè se lo studente non si iscrive a quella “più in basso” sperando di rientrare in una di maggiore preferenza, ma poi qui nessuno rinuncia, rischia di vedere sfumare il suo sogno.

A questo link Come funziona lo scorrimento delle graduatorie di medicina e professioni sanitarie, con un esempio pratico.

Hai bisogno di aiuto?