Come incassare un assegno circolare non trasferibile

L’assegno circolare é una forma di assegno ritenuta più sicura: per l’assegno circolare è la banca che si impegna a pagare. Come incassare un assegno circolare non trasferibile senza problemi? L’assegno circolare non trasferibile, é una particolare tipologia di assegno che non ammette girate: potrà riscuoterlo quindi solo il beneficiario dell’assegno. Come e dove riscuoterlo?

L’assegno può essere incassato presso una qualsiasi filiale della banca emittente (per esempio: abbiamo un assegno emesso da Banca Intesa, possiamo riscuoterlo presso una qualsiasi filiale di Banca Intesa presente in Italia, anche se non abbiamo un conto corrente presso quell’istituto). Nessun altro oltre noi, che siamo i beneficiari, potrà riscuotere questo assegno (tranne in caso di delega notarile). Di seguito un altro metodo per riscuotere questo tipo di assegno.

Oltre a riscuotere l’assegno di persona presso una filiale della banca emittente, é possibile anche versare l’assegno presso la propria banca, dove abbiamo un conto corrente (non importa che sia diversa dalla banca emittente l’assegno circolare). Basta versare l’assegno presso la banca e depositarlo. Entro alcuni giorni, l’importo dell’assegno sarà disponibile sul nostro conto corrente. Il numero di giorni affinchè l’assegno sia disponibile é uguale, sia per l’assegno circolare non trasferibile, che per l’assegno bancario classico.

Come sottolineato, l’assegno può essere incassato solo dal beneficiario. Tuttavia, nel caso in cui fossimo impossibilitati, é possibile comunque dare una delega a una persona di fiducia, che non deve necessariamente essere un parente. Tuttavia, la delega non può essere fatta in carta semplice, ma va fatta tramite notaio, per cui, in caso di delega per la riscossione, occorre considerare i costi della delega notarile.

Hai bisogno di aiuto?