Come investire con le opzioni binarie

Le opzioni sono dei prodotti finanziari “derivati”, ossia dei prodotti il cui prezzo deriva dal prezzo o valore di mercato di un’altra attività o prodotto, denominata “attività sottostante”. Il sottostante può essere un altro prodotto finaziario, come un’azione o un’obbligazione; da una coppia di valute, come euro/dollaro; oppure una merce o materia prima, come oro, argento, grano, petrolio.

Nate come strumento di copertura di rischi (e dopo, nella guida, scopriremo perchè), rappresentano un’alternativa anche per chi è alla ricerca di un investimento speculativo, pur essendo alle prime armi. Ciò non significa che sia facile investire in opzioni, anzi. Ribadiamo sempre che, investire denaro in Borsa (perchè sempre di Borsa si tratta) non è mai un’attività da improvvisare, ma da valutare solo dopo un’attento studio e analisi, dei mercati, delle tecniche e non di meno delle proprie disponibilità.

Investimento

Come investire con le opzioni binarie

Le opzioni in generale, si distinguono in CALL e PUT.

Opzioni Call: riconoscono al possessore il diritto ad acquistare il titolo sottostante, alla scadenza (o in un periodo precedente alla scadenza).

Opzioni Put: al contrario, riconoscono al possessore il diritto di vendere il titolo sottostante, alla scadenza (o in un periodo precedente alla scadenza).

Esempio di opzione put: supponi di essere un agricoltore, che dopo l’estate deve vendere del grano. In base alla tua esperienza, pensi che il grano scenderà di prezzo e quindi, per evitare perdite, decidi di comprare un’opzione. In pratica trovi sul mercato (in Borsa), un soggetto che pensa il contrario di te, ossia che il prezzo del grano salirà. Questo contraente si obbliga alla scadenza (supponiamo fra 2 mesi), a comprare 1.000 quintali di grano a 10 euro a quintale. il contraente cosa ci guadagna a obbligarsi, visto che alla scadenza la scelta sarà tua? Il contraente ci guadagna, come vedremo tra poco, se ci ha visto giusto. Inoltre ci guadagna perchè, obbligandosi a comprare, vende l’opzione a te, che la pagherai un tot: é il prezzo dell’opzione, supponiamo, in questo caso, pari a 5 euro.

Tu non sarai obbligato a venderlo a lui, sarà una tua scelta (opzione): se alla scadenza ci avevi visto giusto e sul mercato il prezzo del grano è minore di 10 euro a tonnellata, allora ti converrà vendere al contraente, obbligato a comprare a 10 euro a quintale (in questo caso quindi eserciti l’opzione). Se invece alla scadenza il prezzo del grano sale (e quindi le tue previsioni erano sbagliate), allora non ti converrà vendere al contraente a 10 euro a quintale, ma preferirai venderlo al mercato (in questo caso quindi non eserciti l’opzione).

Quando in apertura abbiamo parlato di semplicità, era proprio riferito a questo: alla semplicità dell’investimento, ossia alla possibilità di comprare o vendere (o non, poichè si tratta appunto di un’opzione). Non ci si può però riferire alla facilità di guadagno: poichè occorre sempre chiarire che si tratta di investimenti in Borsa, che espongono al rischio. Con le opzioni binarie si possono fare grandi guadagni, ma anche grosse perdite, ecco perchè é necessario avere sangue freddo e seguire i vari investimenti con costanza, attenzione e consapevolezza.

Come investire in opzioni binarie

1. Scelta del broker. Innanzitutto occorre scegliere un broker (solitamente una banca, ma non solo: ci sono broker anche online che si occupano solo di opzioni binarie e altri di trading in generale) che permetta di effettuare, anche online da casa, trading con le opzioni binarie. La scelta è molto importante: occorre valutare molti elementi importanti, come il deposito minimo richiesto, la presenza di bonus, le commissioni (che vengono sottratte ai tuoi guadagni), l’importo minimo per ogni singola operazione, etc.

2. Apertura del conto. Una volta scelto il broker, occorre aprire il conto compilando il modulo online con i propri dati anagrafici. Bisogna poi depositare del denaro (solitamente l’importo minomo é compreso tra i 100$ e 300$.

3. Inizio. I primi passi. A questo punto puoi iniziare a operare (direttamente da casa tua, online). Per le opzioni binarie solitamente non è necessario scaricare alcun software sul pc (come invece avviene per altre forme di trading): i broker mettono a disposizione le prorie piattaforme online, da cui si può fare tutto accedendo semplicemente tramite username e password.

4. Scelta del mercato in cui operare. A questo punto, una volta entrato nella piattaforma, dovrai scegliere il mercato in cui operare (se operare con gli indici di borsa come il Dow Jones o il FTSE; con le materie prime come l’oro o l’argento, con i tassi di cambio; o con i titoli azionari).

5. Scelta dell’opzione. Dopo, scegli l’opzione binaria su cui investire. L’oggetto su cui investire is chiama “ASSET”: sono asset l’oro, l’argento, le azioni Apple, il grano, etc. Si sceglie quindi la scadenza dell’opzione, ossia la data in cui dovrai decidere se acquistare/vendere (o meno) e quindi se esercitare l’opzione (o meno). Chiaramente dall’altra parte (come controparte), c’è un’altra persona al computer che ha delle previsioni di mercato contrarie alle tue. Le opzioni binarie hanno solitamente scadenze molto brevi: di mezzora, un’ora o al massimo un mese.

Hai bisogno di aiuto?