Come iscriversi all’OAM

Il mediatore creditizio é il soggetto che funge da intermediario tra banche/istituti di credito e la potenziale clientela, per la concessione di prodotti finanziari. Il Decreto legislativo del 13 agosto 2010, n. 141 al Titolo VI-bis e successive modifiche, ha introdotto significativi cambiamenti per quanto riguarda l’accesso a questa professione e l’organismo che si occupa della tenuta degli Albi.

Innanzitutto infatti, l’albo non é più tenuto dallUIC (divisione mediatori creditizi) presso la Banca di Italia, ma dall’OAM (Organismo degli agenti e mediatori), che si occupa della tenuta degli elenchi dei soggetti abilitati. Per l’iscrizione all’albo inoltre, sono state introdotte significative modifiche anche ai requisiti di accesso.

Come iscriversi all’OAM divisione mediatori creditizi

I mediatori creditizi possono essere solo persone giuridiche (quindi società), con un capitale sociale di almeno 120 mila euro e non più singoli professionisti. In pratica per lavorare nel settore occorre organizzarsi in società (Spa, Sapa, Srl o in Cooperativa), visto che le persone fisiche non sono più ammesse. I mediatori creditizi quindi, non possono iscriversi singolarmente, ma devono figurare come dipendenti o collaboratori delle società iscritte nell’Elenco tenuto dall’OAM, possedendo nel contempo i requisiti previsti per legge. L’oggetto sociale delle società iscritte, deve essere esclusivamente finalizzato alla mediazione creditizia.

La società, per iscriversi all’elenco, deve quindi possedere questi requisiti:

– forma di spa, sapa, srl o società cooperativa con capitale sociale non inferiore a 120.000 euro;
– sede legale e amministrativa in Italia. Per i soggetti comunitari, occorre avere stabile organizzazione in Italia;
– oggetto sociale esclusivamente finalizzato all’attività di mediazione creditizia, connesse o strumentali;
– i soggetti che nella società svolgono ruoli di amministrazione, direzione e controllo devono possedere requisiti di onorabilità e professionalità, e superare un apposito esame;
– la società inoltre, deve stipulare un’apposita polizza di assicurazione di responsabilità civile per gli eventuali danni arrecati durante l’esercizio della propria attività.

La prova d’esame OAM é prevista solo per i soggetti che all’interno della società hanno ruoli di amministrazione e direzione, e non più per i singoli mediatori, che, come già detto, devono figurare come dipendenti o collaboratori.

L’esponente aziendale con funzioni di amministrazione e direzione, per iscriversi all’OAM, deve:

– versare il contributo previsto dall’OAM;
– avere una casella di posta elettronica certificata;
– registrarsi al sito dell’OAM secondo le modalità indicate;
– prenotare l’esame direttamente sul sito presso la pagina “Servizi-Prenotazione Prova di Esame”. Sarà poi convocato per sostenere la prova d’esame almeno 15 giorni prima. Alla prova d’esame dovrà portare un documento di identità e la quietanza del contributo versato;
– i soggetti iscritti saranno poi tenuti all’aggiornamento professionale.

Che requisiti devono possedere invece, dipendenti e collaboratori della società di mediazione creditizia?

– requisiti di onorabilità e professionalità;
– diploma di istruzione secondaria superiore di 5 anni;
– aver superato una prova valutativa di selezione, presso la società di mediazione creditizia, i cui contenuti sono stabiliti dall’OAM. Anche per dipendenti e collaboratori é obbligatorio l’aggiornamento professionale.

La società di mediazione creditizia si occuperà poi di trasmettere all’OAM l’elenco dei propri dipendenti e collaboratori.

Hai bisogno di aiuto?