Come laurearsi con 110 e lode: calcolare la media

Ci stiamo laureando in medicina, in giurisprudenza, in economia, ingegneria o lettere? Qualunque sia la facoltà, arriva il momento decisivo in cui bisogna fare i conti con il proprio excursus universitario. Che voti abbiamo preso agli esami? Per avere 110 e lode che media bisogna avere? Come possiamo calcolare il nostro potenziale voto di laurea?

Innanzitutto rechiamoci o telefoniamo la segreteria della nostra facoltà. Sapranno dirci se il voto di laurea viene calcolato con la media aritmetica o ponderata. Non ci sono obblighi per le università e ognuna ha la facoltà di optare per l’una o per l’altra media. Per cui la prima cosa che dobbiamo fare é informarci, Consultiamo anche il sito internet della facoltà. Occorrono due dati: che tipo di media viene applicata e che punteggio può essere assegnato alla tesi (di solito da 2 a 8 punti).

Trovato? Allora, nella nostra Facoltà il voto di laurea viene calcolato sulla media aritmetica dei voti o su quella ponderata? Vediamo insieme come calcolare il nostro voto!

Media aritmetica

È il metodo più semplice per il calcolo del voto di laurea e spesso il più vantaggioso, poichè attribuisce a tutti gli esami (sia quelli semplici che quelli difficili), lo stesso valore. Si calcola così:

1° PASSO: Somma dei voti/numero degli esami sostenuti

2° PASSO: Il risultato ottenuto si moltiplica per 11 e poi si divide per 3.

Ecco un esempio. La nostra Facoltà calcola il voto di laurea sulla media aritmetica degli esami e attribuisce alla tesi di laurea un punteggio da 2 a 8.

Sommiamo tutti i voti presenti sul nostro libretto universitario e supponiamo che la somma sia pari a 730 su un totale di 27 esami (abbiamo quindi una media dei voti pari a 730/27 = 27,03)

Ora: 27,03×11/3 = 99,11 é il voto con cui ci presenteremo alla sessione di laurea.

Significa che potremo ottenere un voto finale di laurea compreso tra 101 (se la nostra tesi viene valutata il minimo, cioè 2) e 107 (se la nostra tesi viene valutata il massimo, cioè 8 punti).

Media ponderata

La media ponderata è la media che viene calcolata sulla base dei crediti attribuiti ad ogni esame. Se quindi un esame ha un credito pari a 10, il voto che abbiamo ottenuto inciderà sulla media molto più di un voto ottenuto ad un esame che vale 6 crediti.

Se per esempio abbiamo preso 28 ad un esame da 5 CFU (crediti formativi universitari) e un 30 ad un esame da 10 CFU, la media ponderata tra i due esami non equivale a 29 ma a 29.3333, poiché l’esame dove abbiamo preso 30 vale esattamente il doppio rispetto a quello in cui abbiamo preso 28.

Purtroppo, succede spesso che agli esami più difficili sia attribuito un valore CFU più alto, rischiando così di incidere negativamente sulla media.

Da cosa dipende la lode alla laurea?

Per l’assegnazione della lode le facoltà e i professori stessi, riuniti in consiglio, decidono in base a diversi fattori: una media molto alta, numero di lodi ottenute agli esami, un’ottima tesi, etc.