Come ottenere un mutuo

Abbiamo un lavoro stabile e finalmente stiamo valutando la possibilità di richiedere un mutuo per l’acquisto della prima casa? Oppure vogliamo chiedere un mutuo per per ristrutturare un immobile già di nostra proprietà? Come ottenere un mutuo? Il processo di scelta e ottenimento del mutuo può sembrare complicato, anche perchè le banche prestano particolare attenzione nell’erogazione di mutui, verificando attentamente la capacità di solvenza del mutuatario.

Il primo passo da intraprendere, quando desideriamo ottenere un mutuo, é la scelta della banca. È importantissimo non rivolgersi a un solo istituto, ma confrontare le molteplici offerte delle diverse banche. Armiamoci quindi di pazienza e chiediamo preventivi e informazioni a più istituti.

1a FASE: la domanda di finanziamento

Una volta individuata la banca ci sarà chiesto di compilare la domanda di finanziamento. Essa é predisposta sotto forma di questionario e occorre inserire i propri dati anagrafici, la residenza, l’occupazione attuale, il settore lavorativo, le persone a carico, il reddito netto mensile e annuale, la descrizione dell’immobile e il suo valore. Occorre inoltre fare una dichiarazione di non avere debiti ovvero di averne. Se abbiamo debito occorre specificare l’importo e l’identità dei creditori.

La domanda verrà vagliata dalla banca che, solitamente entro 15 giorni circa, esprimerà un primo parere di fattibilità sull’erogazione del mutuo. Ottenere un mutuo dipende da diversi fattori:

– il nostro reddito netto e del nucleo familiare (ricavato dalla dichiarazione dei redditi),
– il valore della casa per cui desideriamo chiedere il mutuo,
– eventuali garanzie supplementari (fideiussione, pegno).

2a FASE: richiesta di documentazione

Dopo aver espresso il primo parere, la banca avvia la fase successiva consistente nella richiesta della documentazione. I documenti che la banca richiede, variano in base al tipo di lavoro svolto: per esempio i lavoratori dipendenti dovranno presentare il CUD o copia del modello 730 e la dichiarazione del datore di lavoro di anzianità lavorativa; i lavoratori autonomi o liberi professionisti la copia del Modello Unico. Occorrerà inoltre presentare (per tutti) il certificato di nascita, il certificato di stato civile, copia della “promessa di vendita” o “compromesso”, planimetria, certificato di abitabilità.

3a FASE: la delibera del mutuo

La banca, ottenuta la documentazione richiesta, effettua ulteriori accertamenti, dopodichè, é finalmente in grado di deliberare il finanziamento. Ne dà immediata comunicazione al richiedente e, insieme a lui, fissa la data per la concessione del mutuo attraverso stipula dell’atto pubblico di finanziamento. Di norma, insieme all’atto di mutuo, viene costituita ipoteca sull’immobile.

La rata del mutuo di solito non supera il 30-35 % del reddito netto mensile. Ricordiamo infine che, l’importo massimo finanziabile è in genere l’80% del valore della casa. Alcune banche finanziano mutui al 100%.

Hai bisogno di aiuto?