Come registrare in contabilita’ l’acquisto dei voucher

Hai deciso di avvalerti delle prestazioni di lavoro occasionale accessorio (introdotte con il D.Lgs. n. 276/2003 articolo 70 e successive modifiche) e ti stai ponendo domande sulla corretta registrazione contabile del costo relativo all’acquisto di voucher?

In seguito ai chiarimenti INPS forniti con la circolare n. 88 del 09/07/2009, queste collaborazioni hanno natura meramente occasionale e accessoria e non sono riconducibili a tipologie contrattuali di lavoro subordinato, nè di lavoro autonomo. I voucher, ossia il mezzo con cui vengono retribuite queste prestazioni, regolarizzano il rapporto di lavoro e assicurano al lavoratore le tutele minime previdenziali e assicurative.

Voucher Inps

I voucher possono essere acquistati anche singolarmente, il valore del singolo voucher é pari a 10 euro (ma é possibile anche acquistare voucher multipli del valore di 50 euro). Di questi 10 euro:

– il 13%. quindi 1,3 euro, sono a favore della gestione separata Inps
– il 7%,quindi 0,70 euro, a favore dell’Inail per l’assicurazione infortunistica
– il 5%, quindi 0,50 euro, va nuovamente all’INPS, per la gestione del servizio.

Come registrare in contabilita’ l’acquisto dei voucher

Le collaborazioni occasionali di tipo accessorio rappresentano prestazioni di servizi e non di lavoro dipendente, quindi vanno inserite nella voce B7 del conto economico.

1. Scritture contabili in partita doppia di acquisto dei voucher (supponi di aver acquistato 5 voucher del valore di 10 euro l’uno). La corretta registrazione contabile sarà la seguente:

CASSA VOUCHER         a                       BANCA                  50

Descrizione: acquisto di 5 voucher da 10 euro per un valore di 50 Euro

2. Al momento dell’utilizzo del voucher, la contabilizzazione sarà:

Diversi              a                       CASSA VOUCHER                10

Descrizione: uso di un voucher

COSTO DEL LAV. OCC. ACCESSORIO                          10
CONTRIBUTI INPS LAV. ACC.                                    1,30
COSTO INAIL LAV. ACC.                                            0,70
COSTO INPS  PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO     0,50

3. In caso di buoni lavori inutilizzati, se si decide di restituirli all’INPS, le scritture saranno:

Banca                                          a Cassa voucher                    30

Descrizione: restituzione di 3 voucher

Limiti per il prestatore di lavoro occasionale accessorio
Per il lavoratore, l’attività di natura occasionale accessoria non deve superare il compenso di €5.000 nette, nell’anno solare, per singolo committente (il limite lordo é quindi di €6.660).

Limiti per il committente
Nel caso di impresa familiare, non é possibile avvalersi di un importo di €10.000 di buoni lavoro per anno fiscale.

Hai bisogno di aiuto?