Come richiedere il durc

L’acronimo DURC sta per documento unico di regolarità contributiva: si tratta di un documento che certifica la regolarità di un’impresa nei confronti di vari entri: INPS, INAIL, Cassa Edile. Viene richiesto dalle aziende che si occupano di appalti (ma anche di subappalti) nel settore edile e va consegnato al committente dei lavori. Questo documento certifica quindi il possesso dei requisiti previsti e quindi della loro regolarità, per tale tipologia di impresa. Come richiedere il Durc?

Il Durc può essere richiesto dall’impresa (che si può rivolgere ai Consulenti del lavoro e le Associazioni di categoria munite di delega), dalle Pubbliche Amministrazioni Appaltanti, dagli Enti privati a rilevanza pubblica, dalle SOA (Società di Attestazione e Qualificazione delle Aziende).

Vediamo ora i passi pratici per richiedere il DURC. Può essere richiesto direttamente tramite internet:

– dal sito INPS
– dal sito INAIL
– dal sito sportellounicoprevidenziale.

Dopo aver scaricato e compilato ll modulo, inserendo i dati richiesti dalla procedura, confermiamo la richiesta del Durc sul sito e ci sarà assegnato un C.I.P. (codice identificativo pratica) e del numero di protocollo della richiesta. Stampiamo e conserviamo il CIP perchè ha valore di ricevuta e non solo prova l’inizio della pratica, permette di verificare on line lo stato di avanzamento della pratica, ma potrebbe anche esserci utile in caso di ritardi, problemi, domande.

Il Durc può ovviamente anche essere richiesto nella tradizionale via cartacea utilizzando l’apposito modulo reperibile presso sede dell’INPS, INAIL e Casse Edili.

Solitamente il Durc viene rilasciato entro un mese dalla richiesta.

Hai bisogno di aiuto?