Come risparmiare acqua

L’ultima bolletta ci ha davvero sorpreso: veramente abbiamo consumato tutti quei metri cubi di acqua? Non ce ne siamo proprio accorti! E invece sì, l’acqua scorre e noi neanche ce ne accorgiamo, almeno fino a quando… arriva la bolletta! Cominciamo a capire come evitare sprechi di questo bene così fondamentale per la vita, ma anche così scarso.

L’acqua é difatti un bene completamente assente in alcune parti del mondo e un uso più consapevole non solo ci permetterà di evitare inutili sprechi con un semplice gesto di civiltà, ma darà un sollievo anche al nostro portafoglio, già fin troppo prosciugato dalla crisi. Veniamo al dunque: come risparmiare acqua?

1- REGOLATORE DI FLUSSO E MISCELATORE D’ACQUA (o aeratore): sono due diversi tipi di piccoli dispositivi da installare al rubinetto, il primo é un regolatore di flusso, il quale diminuisce la portata del flusso d’acqua che esce dal rubinetto, con conseguente risparmio.

Il secondo, il miscelatore d’acqua, mescola acqua e aria, riducendo il consumo di acqua, anche se apparentemente sembra lo stesso getto! Quindi chi si lava non percepirà la differenza, ma il nostro portafoglio sì visto che con questo attrezzo si risparmia circa il 40% di acqua. Il costo dei miscelatori non é alto come si potrebbe pensare, i prezzi vanno infatti da 15 a 40 euro (si acquista nei negozi di casalinghi, dal ferramenta, on line). In pratica regolatori di flusso e miscelatori, non sono altro che una piccola aggiunta da fare al rubinetto, se abbiamo un minimo di mano faidate, possiamo anche installarlo da soli, senza l’aiuto di un idraulico.

2- ATTENZIONE AGLI SPRECHI: quando ci laviamo evitiamo di lasciare l’acqua aperta, piuttosto bagniamoci, chiudiamo l’acqua, insaponiamo e sciacquiamo. Saremo ugualmente puliti e  profumati! Lo stesso vale per i denti, non teniamo aperto il rubinetto per tutta la durata del lavaggio.

3- RIUTILIZZO DELL’ACQUA PIOVANA: si tratta di una risorsa del tutto gratuita dalla quale possiamo attingere ogni qualvolta fa… brutto tempo! Possiamo raccoglierla e incanalarla dalla grondaia in giardino, oppure in cisterne o altri contenitori (anche una bella vasca di plastica!) per consentire un utilizzo successivo per le piante del nostro giardino. Le piante del giardino possono essere anche annaffiate con l’acqua con cui abbiamo lavato frutta e verdura, appositamente raccolta in un recipiente.

4- CONTROLLI PERIODICI DELL’IMPIANTO IDRICO: come farli? Dobbiamo chiamare un idraulico e spendere soldi? Assolutamente no. Basta chiudere tutti i rubinetti, controllare il contatore dell’acqua a rubinetti chiusi e segnare il numero del consumo. Torniamo dopo un quarto d’ora, se il numero é salito, ci sono delle perdite che é meglio far sistemare.

Non ci bastano questi consigli? Stiamo cercando altri metodi per risparmiare in casa e non solo? Allora leggiamo la guida per scoprire come risparmiare su tutto!

Hai bisogno di aiuto?