Come scegliere assicurazione moto

Le due ruote possono rappresentare una passione in cui buttarsi nel week end, oppure un metodo per sopravvivere al traffico cittadino. Ecco perchè, anche quando si scegliere un’assicurazione moto, si deve far attenzione a scegliere quella più conveniente: risparmiare sulla polizza moto é importante e, sebbene sia sostanzialmente simile alla RC auto, ci sono alcune caratteristiche, clausole e possibilità che la distinguono inequivocabilmente.

La legge obbliga tutti i proprietari di moto o scooter, a stipulare un contratto di assicurazione, che copra il conducente dagli eventuali danni causati a terzi, come avviene per le auto. Come scegliere la migliore assicurazione moto, quella più adatta a noi? Ecco alcune regole da tenere sempre presente.

assicurazione moto

Come scegliere l’assicurazione moto 

La classe di merito. Se possiedi già una macchina su cui hai stipulato un’assicurazione, puoi presentare l’attestato di rischio e sottoscrivere l’assicurazione moto tenendo presente la classe di merito che hai con l’auto. Grazie al sistema della classe di conversione universale (CU), é possibile tradurre questo parametro da una compagnia di assicurazione all’altra.

Massimale. Il massimale (ossia la somma massima che la compagnia assicuratrice è disposta a risarcire in caso di danni causati, ai terzi), rispetto alla RC auto é comprensibilmente più basso. Ovviamente il massimale può essere aumentato, incrementando il premio assicurativo oppure può essere più basso, quando si vogliono assicurare motorini o scooter con 50 cc di cilindrata. Ricordiamo che minorenni e maggiorenni senza patente di guida, per legge, se desiderano guidare motorini o scooter, anche di 50 di cilindrata, devono conseguire il patentino. In mancanza di patentino, l’assicurazione potrebbe chiedere rimborso delle spese al guidatore o alla sua famiglia (se minorenne).

Polizza moto semestrale. Quanto usi la macchina? E per quale periodo dell’anno? Se per esempio sai che durante i mesi invernali la tua moto rimane in garage e quindi la usi solo in primavera ed estate, puoi stipulare una polizza semestrale, evitando quindi di pagare una annuale intera per un periodo che non la userai.

Polizza moto temporanea. Se usi la moto di rado, per esempio per fare viaggi o solo nel week end, puoi stipulare una polizza temporanea, che può essere addirittura mensile, settimanale o giornaliera. Possono persino essere a consumo, ossia commisurate ai KM che si intende percorrere.

Polizza moto annuale: la sospensione. Se non sei proprio sicuro del periodo in cui utilizzerai la motocicletta, puoi decidere di sospendere l’rc moto annuale per un periodo. In questo caso, valuta però bene il periodo minimo previsto dalla compagnia e se ci sono dei costi di riattivazione.

NB: ricorda che la moto può sostare in strada solo quando é coperta da RC, se l’assicurazione é stata sospesa o è scaduta, dovrai provvedere a conservarla in garage.

Hai bisogno di aiuto?