Come si calcola l’aliquota media Irpef

Aliquota media Irpef: cos’è, a cosa serve e come si calcola? L’aliquota media Irpef non è la classica aliquota Irpef (quella degli scaglioni, per intenderci), che viene applicata al reddito percepito durante l’anno, ai fini del pagamento dell’imposta.

L’aliquota media Irpef viene calcolata e usata per pagare l’imposta dovuta sugli emolumenti arretrati, ossia sui redditi che si sono formati in un periodo di tempo passato e piuttosto lungo (si parla di due o più anni) ma che vengono incassati dal soggetto tutti insieme e in un’unica soluzione (una tantum), quindi in un periodo di imposta che non coincide con quello della loro produzione.

Calcolo

ALIQUOTA MEDIA IRPEF E TASSAZIONE SEPARATA

In questo caso (tassazione di redditi maturati in passato ma percepiti successivamente in un’unica soluzione), si parla di tassazione separata. Un tipico esempio è quello delle indennità che vengono prodotte durante il periodo di attività di un’impresa, ma che vengono incassate solo alla sua cessazione.

Affinchè possano essere assoggettati a tassazione separata (che, come vedremo, è rappresentata da un’aliquota più bassa), i redditi devono essere percepiti una sola volta, una tantum. Non si può quindi applicare la tassazione separata alle prestazioni occasionali, che sono continuative.

Tassazione separata: in cosa consiste

In pratica a quello specifico reddito incassato solo successivamente, viene applicata una aliquota media al posto degli scaglioni di reddito Irpef che sarebbero relativi a quel reddito. Nello specifico, l’aliquota media da applicare sarà calcolata sui redditi prodotti nei due anni precedenti a quello di incasso della somma.

Esempio

Nell’anno 2015 si percepiscono redditi assoggettati a tassazione separata per 6.000 euro. Per calcolare l’aliquota media, bisogna considerare quindi i redditi del 2013 e quelli del 2014.

Supponiamo che:

– nel 2013 il soggetto abbia percepito 13.000 euro;
– nel 2014 il soggetto abbia percepito 23.000 euro.

Occorre sommare i due redditi e poi dividerli per due.

13.000 + 23.000 = 36.000 : 2 = 18.000

Andiamo quindi a controllare che aliquota IRPEF si applica a 18.000 euro. Per il 2015 l’aliquota applicata é pari al 23% per il reddito fino a 15.000 euro + il 27% per il reddito compreso tra 15.000 e 18.000.

Quindi, l’imposta dovuta sarà pari a 23% di 15.000 euro = 3.450

+ 27% di (18.000 – 15.000) = 810

3.450 + 810 = 4.260 euro è l’imposta corrispondente per 18.000 euro, all’aliquota Irpef classica.

Calcolo dell’incidenza media

Per trovare l’aliquota media, occorre impostare la seguente proporzione:

18.000 : 4.260 = 100 : x = ossia 4.260 x 100 / 18.000 = 23,66 % Aliquota media della tassazione separata

Calcolo dell’imposta

6.000,00 x 23,66% = 1.419,6 euro imposta dovuta sui 6.000 euro.

Nota bene: per il calcolo, se in uno dei due anni prima non c’è stato reddito, lo stesso calcolo di cui sopra va fatto sul 50% del reddito dell’unico anno. Se in entrambi gli anni non c’è stato alcun reddito, l’aliquota media è pari all’aliquota Irpef più bassa.

Hai bisogno di aiuto?