Come subentrare a un contratto Enel

Il subentro di un contratto Enel, consiste nell’attivazione della fornitura di servizio elettrico e/o di gas, da parte di un nuovo cliente, dopo che il precedente cliente ha cessato (disattivato) il suo contratto, richiedendo quindi anche la disattivazione del contatore. Quindi come subentrare a un contratto Enel e attivare l’abbonamento a proprio nome?

La procedura é abbastanza semplice: occorre preparare innanzitutto tutta la documentazione valida (che sarà elencata in questa guida), contattare l’ENEL, la quale spedirà poi il contratto, che dovremo infine rispedire firmato. Ecco cosa fare, passo per passo.

Enel Energia

Come subentrare a un contratto Enel

1. Prepariamo questi dati e documenti:

– Fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale della persona a cui intestare il nuovo contratto;

– Numero cliente (puoi reperirlo dal contatore premendo il pulsante del display).

– Potenza e tensione richiesta, in base agli elettrodomestici e alla persone che ci sono in casa. Una famiglia di quattro persone, mediamente, utilizza una potenza di 4.

– Autocertificazione di residenza anagrafica, ossia certificazione che l’intestatario abita in quella casa. Se ancora non ci abitiamo, si può sottoscrivere l’impegno a presentare la documentazione entro 5 mesi dalla stipula del contratto.

– Eventuale IBAN o i dati della carta, se si decide di domiciliare le bollette su conto corrente o carta di credito.

2. Con questi dati e documenti, rechiamoci quindi presso un punto Enel più vicino, oppure telefoniamo il numero verde 800 900 800. Un operatore ci darà quindi il contratto (o ci sarà spedito a casa, se abbiamo chiamato il numero verde).

3. Il contratto, dopo essere stato compilato e firmato, va inviato a Enel Servizio Elettrico, all’indirizzo riportato nel contratto.

Quanto costa il subentro Enel? I costi sono fissati dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas e sono pari a 65,15 uro, addebitati nella prima bolletta. Attenzione però: nel caso in cui si richieda un aumento di potenza rispetto al precedente proprietario, i costi potrebbero aumentare.

Ai costi di subentro, bisogna aggiungere anche il deposito cauzionale, che invece viene deciso dalla compagnia.

Hai bisogno di aiuto?