Come trovare pepite d’oro

Parlando di cercatori d’oro siamo soliti pensare a dei veri e propri professionisti, che passano le proprie giornate con attrezzi ultratecnologici in grado di scovare la più piccola pagliuzza, immersa nelle acque di fiumi, laghi o sepolta sotto il terreno di chissà quale sperduto campo. In realtà tutti, potenzialmente, possono cercare e trovare l’oro.

La dimostrazione arriva direttamente dall’Australia, dove quest’anno, un cercatore di pepite d’oro dilettante e dotato di un semplice metal detector neanche troppo all’avanguardia, ha trovato una pepita da ben 5 chilogrammi. Se non fosse stato per quel metal detector, quei 300.000 euro (il valore stimato della pepita), sarebbero rimasti ancora per molto sepolti sotto foglie, macerie e terriccio. Dopo questa notizia, incuriositi, stiamo pensando di accingerci alla ricerca? Ecco come trovare pepite d’oro!

Aspirare a una pepita di così grosse dimensioni sarebbe pensare troppo in grande, fors’anche perchè un conglomerato d’oro così abbondante é più unico che raro. In realtà trovare alcune piccole pepite é più facile di quanto si possa pensare: ci sono parecchie zone anche in Italia, dove sono concentrate alcune quantità. E non solo.

Come trovare pepite d’oro

Prima di metterci a cercare con metodi scomodi e probabilmente poco redditizi, riportiamo un altro esempio: solo alcuni anni fa, David Booth, ai tempi 35enne della Scozia, per passare un paio di ore all’aria aperta e allo stesso tempo cercare qualche moneta più o meno antica, decide di comprare un metal detector di circa 250 euro. Per qualche giorno si addestra facendo cercare all’attrezzo forchette e cucchiai da lui sepolti, per poi mettersi realmente all’opera. Recatosi in un campo vicino alla cittadina di Stirling, dopo solo pochi minuti la luce rossa si accende al massimo della sua potenza: basta scavare con una cazzuola per una quindicina di centimetri, ed ecco il tesoro che si mostra ai suoi occhi: quattro collane d’oro, per un valore di un milione e centomila euro, sepolte da oltre 2.300 anni.

Fatte queste premesse, probabilmente comprare un metal detector é molto più semplice che andare sulle rive di un fiume e fare un lavoro di ricerca minuzioso e, per chi non ne avesse la passione, anche piuttosto stancante. Se abbiamo l’intenzione di trovare pepite d’oro o comunque oggetti di metallo prezioso, l’acquisto di un metal detector può essere una valida alternativa. Prima di passare all’azione, facciamo come il signore di cui sopra, seppelliamo qualche forchetta e vediamo se l’attrezzo riconosce il metallo. Proviamo con oggetti di metallo di sempre più piccole dimensioni, per capire il grado di sensibilità del metal detector. A quel punto saremo pronti per la nostra caccia al tesoro!

Hai bisogno di aiuto?