Come verificare la propria posizione contributiva

Vorresti sapere se il tuo datore di lavoro sta versando correttamente i contributi INPS? Oppure stai per andare in pensione e hai bisogno dell’estratto conto certificativo? Vorresti vedere il tuo estratto conto contributivo, per controllare con esattezza la tua situazione personale contributiva? Controllare la propria posizione individuale é possibile: l’INPS permette di verificare il tutto direttamente online.

Tutto quello che devi fare é richiedere il tuo estratto conto contributivo (per la gestione dipendenti, per la gestione separata commercianti, artigiani, lavoratori a progetto, etc.). Puoi chiederlo recandoti presso l’ufficio INPS, oppure direttamente online, evitando code e perdite di tempo. Ecco come.

INPS

L’INPS ovviamente registra tutta la tua situazione contributiva individuale: i contributi da lavoro, figurativi e quelli da riscatto. Direttamente online puoi verificare i tuoi contributi, che tu sia un lavoratore dipendente (con contratto a tempo determinato o indeterminato), oppure un autonomo (con contratto a progetto o libero professionista senza cassa). Verificando la tua situazione, potrai anche segnalare per tempo eventuali dubbi, errori, inesattezze all’Inps.

Come verificare la propria posizione contributiva online

1. Collegati al sito INPS e, nella sezione “Servizi Online”, clicca su “Servizi per il Cittadino”:

INPS1

Ti sarà chiesto di autenticarti inserendo il PIN (se non possiedi ancora il codice PIN, clicca qui per scoprire come richiedere PIN Inps). Dopo aver inserito il PIN clicca su “Accedi”:

INPS2

Clicca quindi su “Fascicolo Previdenziale del cittadino”:

INPS3

Ora, nella pagina che si apre, nella sezione Posizione Assicurativa, clicca su Estratto Conto.  Potrai finalmente vedere tutti i tuoi contributi INPS versati.

INPS4

Nell’estratto conto contributivo individuale, troverai a destra i tuoi dati anagrafici, nella tabella invece troverai i dati relativi ai versamenti previdenziali, tra cui periodo di riferimento, tipo di contribuzione, contributi utili (espressi in giorni, settimane o mesi), retribuzione e nome dell’impresa, eventuali note aggiuntive.

Se stai per andare in pensione, puoi chiedere l’estratto conto certificativo, ossia l’estratto conto analitico con valore legale, rilasciato dalle sedi INPS su apposita richiesta degli assicurati.

Il datore di lavoro non paga contributi: che fare

Se noti degli errori o delle anomalie, puoi inviare una segnalazione, tornando indietro nelle pagine a cliccando su Segnalazioni contributive, nella sezione Posizione Assicurativa.

Hai bisogno di aiuto?