Cosa si rischia per falsa testimonianza

Cosa si intende per dichiarazione di falsa testimonianza in tribunale e quali sono le conseguenze e i casi di falsa testimonianza? Non dire il vero, ometterlo, nasconderlo, equivale comunque a falsa testimonianza? Si può denunciare una persona per falsa testimonianza?

Queste sono solo alcune delle domande che si pongono coloro che sono chiamati a testimoniare e che devono giurare in tribunale di dichiarare il vero, in merito a fatti o atti di cui sono stati testimoni. Il ruolo del testimone può infatti essere molto importante o addirittura decisivo nelle cause non solo di reati penali, ma anche civili. Cosa si rischia per falsa testimonianza?

Giudice

La persona che rende testimonianza dinanzi all’autorità giudiziaria, si chiama testimone o teste. L’articolo 372 del codice penale parla chiaro: la persona che viene chiamata a testimoniare in tribunale (sia nei processi civili che penali) e:

– afferma il falso;
– nega il vero;
– tace in tutto o in parte su fatti di cui ne è a conoscenza;

rischia la reclusione in carcere da due a sei anni. Alla falsa testimonianza è quindi resa analoga anche la reticenza (ossia tace…ciò che sa). La falsa testimonianza si configura quindi come un vero e proprio reato di natura penale. Il falso testimone quindi, è passibile di denuncia a tutti gli effetti.

Falsa testimonianza per proteggere i parenti

Molto discussa è peraltro la questione della punibilità dei falsi testimoni in determinati casi molto particolari: per esempio quando si è chiamati a testimoniare contro un proprio congiunto. L’art. 384 c.p. esclude la punibilità di coloro che rendono falsa testimonianza per salvare se stessi o un congiunto. Di conseguenza queste persone non vengono neanche chiamate a testimoniare e, se comunque vengono chiamati, la loro testimonianza, ovviamente, viene presa con le pinze.

Subornazione di testimone

La parola “subornare” forse è poco conosciuta ma, purtroppo, nella pratica ci sono vari casi in cui è stata messa in atto. La subornazione è uno dei reati e danni più spregevoli che possano essere fatti a danni di una persona offesa e delle giustizia e consiste nel dare (o anche solo promettere) ad un testimone denaro o altri beni o utilità affinchè testimoni il falso e, di conseguenza, creando un intralcio alle indagini e alla giustizia. Anche la violenza contro un testimone a cui si incute paura o terrore, ai fini di una falsa testimonianza, é ovviamente un reato gravissimo e perseguibile (art. 377 del codice penale).

Hai bisogno di aiuto?