Cos’è la firma digitale e come funziona

La firma digitale (definita dall’articolo 1 del DPR 445/00) è l’equivalente informatico di una classica firma e che quindi ha i seguenti requisiti:

  • è autentica: il sistema assicura l’identità della persona che usa quella firma digitale;
  • è integra: il sistema assicura che il documento non abbia subito modifiche dopo la firma;
  • non è ripudiabile: il sistema conferisce piena validità legale al documento, che non può essere rifiutato.

Vediamo di seguito come richiedere la firma digitale, come funziona e come si usa per firmare.

Al pc

Come si usa

La firma digitale usa una coppia di chiavi digitali: la prima chiave permette di generare e apporre la firma sul documento, mentre la seconda è usata per verificare l’autenticità della firma stessa, la provenienza e l’integrità del documento.

La firma viene usata nei rapporti tra cittadini o imprese e Pubbliche Amministrazioni, allo scopo di snellire e velocizzare le procedure, eliminando la forma cartacea, sostituendola con quella informatica.

Cosa fare per firmare

Usare la firma digitale è davvero facile. Si tratta di un’operazione molto veloce, per eseguirla servono:

  • un dispositivo di generazione di firma (che praticamente è una chiavetta USB o una smart card);
  • un lettore di smart card;
  • un software di firma e verifica da installare sul pc, che viene fornito al momento della consegna del dispositivo.

Dopo aver installato il software sul pc, si inserisce la chiavetta tramite USB e si immette il codice PIN di abilitazione. A quel punto la chiavetta è pronta per svolgere la sua funzione. tramite il software sarà possibile selezionare il documento da firmare. Alla fine della procedura sarà emesso un nuovo file “firmato” digitalmente.

Richiederla

Per avere la firma digitale, occorre comprare (il costo va dai 30 ai 50 euro) l’apposito strong>kit. Occorre quindi rivolgersi a uno degli enti certificatori autorizzati da DigiPA (Ente per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione). Tra questi, Aruba, IT Telecom, Postecert (di Poste Italiane), Infocert. Se sei titolare di un’impresa o una ditta individuale, puoi anche rivolgerti alla Camera di Commercio, che offre il suo kit agli imprenditori iscritti.

Ci sono vari tipi di kit: le key USB, i token USB e i kit con smart card dotati di lettore da tavolo. Ci sono poi i servizi di firma digitale remota con cui apporre la firma digitale semplicemente dal proprio smartphone e tablet grazie alle password generate da delle chiavette. Quando hai scelto il kit, segui la procedura di richiesta sul sito ed effettua il pagamento tramite Paypal o carta. Riceverai una email con tutte le informazioni sull’attivazione e l’uso. Ovviamente, un servizio clienti sarà a tua disposizione per aiutarti.

Hai bisogno di aiuto?