Detrazione elettrodomestici senza ristrutturazione

La legge di stabilità 2016 ha previsto, per gli elettrodomestici acquistati fino al 31/12/2016, una detrazione Irpef del 50%, se si tratta di elettrodomestici di classe A+ (per i forni va bene anche una semplice classe A). Questa detrazione però, è valida solo per chi effettua anche lavori di ristrutturazione sull’immobile.

E per quanto riguarda i contribuenti che acquistano grandi elettrodomestici a risparmio energetico, ma senza ristrutturazione della casa, sono previste delle agevolazioni fiscali? Come è possibile usufruirne?

Risparmiare

Bonus: a chi spetta

Purtroppo il bonus elettrodomestici classe A+ e A, è legato solo alla ristrutturazione dell’immobile. Al momento quindi, non è prevista alcuna detrazione per chi invece acquista elettrodomestici senza aver rinnovato l’immobile.

Spesso infatti, si confonde il bonus elettrodomestici il bonus mobili, che effettivamente non è legato a nessuna ristrutturazione. Ma per mobili, ovviamente, si intendono cucine, camere da letto e non elettrodomestici quali forni, frigoriferi, lavatrici, asciugatrici, etc.

Solo il bonus mobili e arredi quindi, è stato del tutto svincolato dalla ristrutturazione dell’immobile; il bonus elettrodomestici invece, continua a essere legato agli interventi di rinnovo dell’appartamento. Morale della favola: se ristrutturi casa, avrai diritto sia al bonus ristrutturazione casa, sia a quello per i mobili (se li acquisti).

C’è da dire però che, sebbene il bonus mobili non sia legato a interventi di ristrutturazione, è comunque sottoposto ad altri limiti: è infatti valido solo per le giovani coppie under 30, dove almeno dei due componenti abbia un’età inferiore a 30 anni.

Hai bisogno di aiuto?