Dichiarazione ai fini INPS per collaborazioni occasionali

Le collaborazioni occasionali, sono quelle prestazioni a carattere del tutto episodico, svolte in autonomia, in assenza di coordinamento con il committente e il cui reddito annuo netto derivante non supera i 5000 euro annui (da intendersi come netti). La riforma del Lavoro del 2012 (conosciuta anche come riforma Fornero), ha apportato significative modifiche alla disciplina delle collaborazioni occasionali.

In merito ai limiti economici, l’INPS ha annunciato nuove procedure atte a un controllo più rigido, affinchè non si abusi della disciplina delle prestazioni occasionali e questi limiti non vengano superati senza l’iscrizione all’INPS. Se si supera questo limite infatti, il lavoratore deve iscriversi all’INPS ed é quindi previsto il versamento dei contributi, poichè il lavoro non é più occasionale.

In caso di superamento del limite di 5000 euro di reddito annuo, i contributi Inps vanno calcolati solo sulla parte di reddito eccedente i 5.000 euro. Se per esempio durante l’anno percepiamo un compenso pari a 5700 euro netti, i contributi INPS andranno quindi calcolati sulla somma eccedente i 5000 euro, ovvero su 700 euro.

COMUNICAZIONE del SUPERAMENTO: il lavoratore che supera i 5000 euro annui, ha l’obbligo di comunicare tempestivamente, ai committenti interessati, il superamento della soglia. L’obbligo di iscrizione alla Gestione separata Inps e di versamento dei relativi contributi, subentra solo nel momento in cui i compensi superano il limite suddetto. L’iscrizione va fatta entro 30 giorni dal superamento del limite.

Hai bisogno di aiuto?