Differenza tra invalido e disabile

Molto spesso due termini “disabilità” e “invalidità” vengono usati analogamente. In realtà si tratta di due concetti che, pur essendo strettamente collegati tra loro, hanno delle differenze precise. Può accadere che le due situazioni coincidano, ma può anche succedere che una persona sia solo in una delle due condizioni, proprio perchè l’handicap o la disabilità non sempre comporta l’invalidità e viceversa.

Vediamo di seguito le differenze, alla luce della definizione di ognuna, contemplata dalla legislazione nazionale e chiariamo inoltre in quali casi si ha diritto a una indennità, erogata dall’INPS, nonchè all’assegno di accompagnamento.

Disabilità

Definizione

La definizione di disabilità si può trarre dalla Legge 104 del 05/02/1992, la quale sancisce che lo stato di disabilità riguarda coloro “che hanno una minorazione fisica, psichica o sensoriale ……..che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa …….tale da determinare svantaggio sociale o emarginazione“.

Si nota quindi che, nella definizione di disabilità, coesistono due elementi:

  1. accertamento della malattia di tipo fisico, psichico e sensoriale, quindi medico;
  2. conseguenze di tipo sociale dovute dalla minorazione.

La definizione di invalidità civile, invece, disciplinata dalla Legge 118 del 1971 e successive modifiche, indica come invalida “una persona di età tra i 18 e i 65 anni con un’infermità fisica, psichica e/o intellettiva …. e che comporti una riduzione permanente della capacità lavorativa maggiore del 33%“. All’accertamento dell’invalidità civile infatti, segue l’attribuzione di un valore percentuale che indica appunto la riduzione della capacità lavorativa.

L’invalidità civile, quindi, come abbiamo potuto notare, riguarda la minorazione a sè stante, quindi senza ancora considerare il contesto sociale di riferimento.

L’invalidità infatti è rilevabile da un punto di vista medico-legale, mentre la disabilità da un punto di vista medico-sociale, quindi prendendo in considerazione sia il soggetto che l’ambiente di riferimento.

Un’altra differenza tra disabilità e invalidità sta nell’erogazione di indennità economiche: il riconoscimento della disabilità non comporta indennità economiche per il soggetto, ma è condizione indispensabile per ottenere varie agevolazioni, per esempio i permessi a cui hanno diritto i lavoratori disabili, oppure i lavoratori che hanno un familiare disabile, etc.

Il riconoscimento della situazione di invalidità invece, comporta l’erogazione di una indennità economica. A seconda dei casi: la pensione di invalidità civile, la pensione di invalidità, l’assegno di inabilità ed infine l’indennità di accompagnamento.

Hai bisogno di aiuto?