Differenza tra leasing immobiliare e mutuo ipotecario

Il mutuo ipotecario e il leasing immobiliare rappresentano due alternative per l’acquisto di un immobile, che si tratti di prima casa o altre abitazioni. Si tratta di due alternative che hanno lo stesso fine, ma anche differenze molto importanti.

Di seguito scopriamo le principali caratteristiche dell’uno e dell’altro, mettiamole a confronto: é questo il metodo migliore per capire qual è la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Cosa è meglio per te, lo puoi scoprire solamente tu, una volta che avrai ben chiara la distinzione tra i due istituti.

Mutuo

Vantaggi e svantaggi

Le caratteristiche dell’uno e dell’altro, determinano quelli che sono, in base alle esigenze di ognuno, i vantaggi e gli svantaggi:

  1. Importo finanziabile. Il mutuo non permette di finanziare fino al 100% del valore dell’immobile (a massimo si arriva al’80%), mente con il leasing non solo é possibile finanziare il 00% del valore, ma è possibile anche includere l’arredamento.
  2. Somma disponibile inizialmente. Nel mutuo, occorre avere una somma da dare in anticipo al venditore dell’immobile perchè, appunto, i mutui non finanziano quasi mai il 100% del prezzo. Chi vuole stipulare un mutuo deve quindi avere delle disponibilità economiche iniziali. Con in leasing avviene il contrario: non servono disponibilità iniziali: é solo alla fine che si dovrà pagare il prezzo di riscatto e solo se si intende acquisire la proprietà dell’immobile.
  3. Proprietà della casa. Con il mutuo si diventa subito proprietari della casa. Con il leasing si diventa solo utilizzatori e si acquisirà la proprietà solo al termine del leasing, al pagamento del prezzo di riscatto. L’utilizzatore può anche decidere di non comprarla: non è obbligato a pagare il prezzo di riscatto e, se non lo fa, la casa torna nella piena disponibilità della società di leasing. Chiaramente la casa, per tutta la durata del leasing, non potrà essere venduta ad altri, poichè l’acquisto rimane un’esclusiva (facoltativa) dell’utilizzatore.
  4. Ipoteca verso polizze assicurative. Per il mutuo è prevista l’accensione di ipoteca. Per il leasing non è prevista: si ha quindi un risparmio in termini di spese notarili. Nel leasing, le garanzie richieste hanno carattere assicurativo: dalla polizza vita fino a polizze di protezione dell’immobile. Molte volte è richiesta una fideiussione.
  5. Rimborso IRPEF nella dichiarazione dei redditi. Così come per gli interessi passivi sui mutui, anche le quote di leasing permettono di ottenere un rimborso IRPEF nel 730 (o modello Unico).
  6. Blocco del leasing in caso di disoccupazione. In caso di difficoltà economica, per chi ha stipulato un mutuo c’è la possibilità di chiederne la sospensione. Anche per chi ha sottoscritto un contratto di leasing esiste la possibilità, in caso di problemi economici, di bloccare il pagamento del canone per un massimo di 12 mesi. E’ possibile bloccare il leasing solo una volta durante il leasing.

Hai bisogno di aiuto?