Differenza tra mutuo e prestito

Hai bisogno di una somma di denaro e ti stai chiedendo quale sia la differenza tra mutuo e prestito bancario? Quale dei due conviene? Entrambi rappresentano forme di finanziamento: la banca eroga la somma di denaro, che verrà restituita dal debitore a rate, insieme al pagamento degli interessi.

Ci sono però delle differenze sostanziali tra queste due forme di finanziamento, che possono indirizzare la tua scelta verso l’una o verso l’altra. In determinati casi poi, questa scelta potrebbe persino essere limitata da determinate condizioni. Vediamole insieme.

Mutuo

Differenze

1. La somma. Di solito il mutuo prevede la concessione di somme ingenti, oltre 50.000 euro. Il finanziamento personale invece, non supera l’importo massimo di 50.000 euro.

2. Lo scopo. Il mutuo viene concesso spesso per l’acquisto o la ristrutturazione della casa, quindi per spese importanti. Un finanziamento personale invece, viene concesso per altri tipi di spese: per una piccola ristrutturazione, per l’acquisto di un’auto o addirittura senza scopo. Difatti la dicitura “prestito personale” sta ad indicare proprio la riservatezza concernente il prestito: per il mutuo occorre precisare chiaramente le finalità di investimento del denaro (acquisto o ristrutturazione della casa), invece per il prestito personale spesso non servono spiegazioni alla banca.

3. Le garanzie. Non servono troppe spiegazioni, ma la banca chiede comunque delle garanzie. Per il prestito personale è spesso sufficiente una busta paga (a tempo determinato o indeterminato, in base alla durata di rimborso del prestito). Per richiedere un mutuo invece, oltre a un lavoro fisso, è necessario anche ipotecare l’immobile oggetto dell’acquisto.

Solo per una determinata tipologia di mutuo, detto “chirografario”, non è necessaria l’ipoteca. Si tratta di un particolare mutuo della durata massima di 5 anni, di solito richiesto per importi più contenuti rispetto al classico mutuo e per finanziare interventi di manutenzione straordinaria degli immobili o delle parti comuni dei condomini.

4. Le agevolazioni fiscali. Il mutuo usufruisce di particolari sgravi fiscali (è infatti possibile detrarre parte degli interessi dall’IRPEF). I finanziamenti invece non usufruiscono di alcuna agevolazione.

Hai bisogno di aiuto?