Indennità di mobilità INPS 2014 importo

L’indennità di mobilità è un ammortizzatore sociale previsto per i lavoratori che sono stati licenziati a causa delle difficoltà economiche dell’azienda datore di lavoro. In questi casi l’INPS eroga ai lavoratori un’indennità sostitutiva della retribuzione e attua misure per favorire la rioccupazione. In questo modo la mobilità non é solo un aiuto economico, ma diviene anche uno strumento di reinserimento nel mondo del lavoro.

La mobilità viene finanziata dallo Stato e dalle aziende, le quali versano dei contributi mensili. A quanto ammonta l’indennità di mobilità prevista per il 2014? Quali sono i requisiti per richiederla e ottenerla?

INPS

L’indennità non può essere superiore a degli importi massimi. Tali importi massimo vengono stabiliti annualmente e, per il 2014, sono quelli previsti in questa tabella:

Gli importi sono già al netto della riduzione sopra citata (quella pari al 5,84%)

Importi

Detti importi vengono applicati anche per la mobilità nel settore edilizia. Tuttavia, per chi ha diritto all’indennità per l’edilizia di cui alla legge 6 agosto 1975, n. 427, l’importo lordo per il 2014 é pari a 634,07 euro (quindi, al netto del 5,84%, é pari a 597,04).

L’indennità di mobilità spetta, sempre nei limiti degli importi massimi di cui sopra, nella misura dell’80% della retribuzione teorica lorda spettante. Per il primo anno é pari al 100% del trattamento straordinario di integrazione salariale a cui però va sottratta un’aliquota contributiva del 5.84%. Dal 13° mese, se il soggetto non é ancora reintegrato nel lavoro e rimane in mobilità, l’indennità é è pari all’80% dell’importo lordo corrisposto nel primo anno.

Hai bisogno di aiuto?