Iscrizione al Vies in sede di apertura partita IVA

I soggetti che intendono effettuare operazioni intracomunitarie, sia di acquisto che di vendita, devono fare richiesta di iscrizione al Vies, (VAT information exchange system), il sistema elettronico di scambio di dati sull’IVA che permette al fisco di tenere traccia di tutte le operazioni svolte all’interno della Comunità Europea.

L’iscrizione al Vies può essere richiesta in due tempi:

  • immediata, in sede di apertura partita IVA;
  • oppure successivamente, se la necessità di scambi con l’estero sopravviene successivamente all’apertura dell’attività.

Impresa

Richiesta immediata

La richiesta può quindi essere fatta direttamente al momento di inizio di attività, che si tratti di impresa artigiana, commerciale, di ditta individuale (in regime ordinario o in regime dei minimi) o di professionista.

La volontà di inclusione negli archivi Vies va fatta compilando:

  • i modelli AA7, quadro I nella sezione “Operazioni Intracomunitarie”, per le persone giuridiche (società);
  • i modelli AA9, sempre quadro I nella sezione “Operazioni Intracomunitarie”, per le ditte individuali e i liberi professionisti).

Gli enti non commerciali non passivi di imposta, devono selezionare la casella “C” che si trova nel quadro A del modello AA7.

Richiesta online

Se sorge necessità di effettuare operazioni intracomunitarie successivamente all’apertura della partita IVA, la richiesta potrà essere inviata direttamente online, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, dal contribuente stesso oppure da un intermediario di fiducia, che consegnerà al contribuente copia della ricevuta rilasciata dall’Agenzia.

Retroattività

Il DL n. 16/2012 nell’articolo 2 comma 1, offre la possibilità di di sanare la mancata iscrizione al Vies, anche se sono già state poste in essere operazioni intracomunitarie, appunto senza iscrizione, purchè siano rispettati i seguenti requisiti:

  • la violazione non è già stata contestata dall’autorità;
  • la richiesta sia fatta entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile;
  • venga pagata la sanzione pari a 258 euro.

Hai bisogno di aiuto?