ISEE basso agevolazioni e contributi 2014

Le famiglie a basso redditi possono usufruire di una serie di incentivi, detrazioni, contributi e bonus. Queste agevolazioni possono consistere in contributi economici di vario tipo erogati dallo Stato oppure da enti locali (Comune, Regione, etc.). Se sono previsti ed erogati dallo Stato, hanno valenza su tutto il territorio nazionale, se sono previsti dagli Enti Locali indicano in maniera autonomia le modalità, tempi e requisiti per usufruirne.

Le modalità per presentare domanda e ottenere l’agevolazione quindi, dipendono dal tipo di contributo e dall’ente che lo eroga. DI seguito abbiamo riassunto in breve tutte le agevolazioni e contributi che sono previste attualmente, per chi ha un reddito ISEE basso.

ISEE

Esenzione ticket sanitario: occorre recarsi presso la propria ASL con il modello ISEE, per ottenere l’esenzione del ticket. Hanno diritto al bonus i cittadini con reddito basso, disoccupati, le persone invalide o affette da malattie croniche. Le esenzioni possono essere parziali o totali.

Bonus per celiaci: é possibile richiedere presso la propria ASL, un bonus per le famiglie con minori affetti da celiachia, da utilizzare presso i negozi e le farmacie convenzionate.

Bonus Famiglia: é un assegno erogato dallo stato, precisamente previsto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’importo dell’assegno può variare da 200 fino a 1.000 euro, un proporzione al reddito ISEE, al numero di persone componenti il nucleo familiare. Maggiori informazioni sul bonus e sulla modalità di richiesta, si possono trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Carta Acquisti: é un contributo previsto dallo stato per i cittadini italiani ed anche per stranieri comunitari ed extracomunitari (con regolare permesso di soggiorno). La carta (conosciuta anche come social card) viene ricaricata di 40 euro al mese (viene caricata ogni due mesi con 80). La ricarica avviene automaticamente e la carta può essere usata per fare acquisti al supermercato e nei negozi. Maggiori informazioni e il modulo di domanda possono essere richiesti presso gli Uffici Postali

Carta acquisti sperimentale: si tratta di un progetto ancora sperimentale e attuato non in tutti i comuni. È una carta, tipo social card, su cui mensilmente viene ricaricata una somma di denaro, in base al reddito ISEE. Maggiori informazioni e il modulo di domanda presso il Comune di residenza o sul sito INPS.

Contributi del Servizio Sociale: i nuclei familiari con figli minorenni e che versino in condizioni di grave disagio economico, possono chiedere un contributo economico ai Servizi sociali del Comune. Questi interventi non sono uguali per tutti i comuni, ma variano da zona a zona e possono consistere in sussidi mensili o mirati alla soluzione di un bisogno preciso.

Bonus bebè 2014: per tutto l’anno 2014, le famiglie con un reddito basso e che hanno dato alla luce un bebè, hanno diritto a un bonus. Maggiori informazioni sul sito del Ministro dell’Economia e delle Finanze, sul sito www.fondonuovinati.it e chiamando il call center Tuttofamiglia al numero verde 803.164 numero gratuito o sul sito www.tuttofamiglia.info

Pannolini lavabili: molti i comuni che hanno deciso di incentivare l’uso dei pannolini lavabili in stoffa, che non sono tossici e possono essere riutilizzati.

Family Card: al momento si tratta di un’agevolazione erogata solo dall’Emilia Romagna. I romagnoli con i requisiti necessari previsti, possono chiedere la Family Card che prevede sconti e agevolazioni presso i negozi convenzionati.

Altre misure: i singoli comuni regolano e gestiscono i bonus per l’energia, il gas e l’acqua alle famiglie con reddito ISEE basso.

Hai bisogno di aiuto?