Lista nera paradisi fiscali

Ci sono Paesi in cui il livello di tassazione è talmente basso, da attrarre investimenti di ogni tipologia. Ci sono poi Paesi che offrono la massima “copertura” a coloro che decidono di aprire un conto corrente o un’attività in loco.

Sono i cosiddetti paradisi fiscali della “lista nera”: nazioni che non solo offrono un livello di tassazione bassissimo se non quasi nullo, ma non collaborano neanche con le autorità dei Paesi esteri al fine di fornire le identità dei loro investitori.

paradisi fiscali

In passato, l’OCSE aveva inserito vari Paesi nella lista nera: dalle isole Cayman, a Panama, al Belize, fino alle isole Marshall. Da anni però, l’azione diplomatica internazionale, ha fatto il tutto e per tutto per arrivare a degli accordi che permettessero una più collaborativa comunicazione.

Dopo anni e anni di trattative infatti, a partire dal 2012, sono stati conseguiti numerosi accordi internazionali e la black list, di fatto, non esiste più. Nella lista nera OCSE quindi, non c’è più alcun Paese.

Questo non significa che quei Paesi ora sono collaborativi in tutto e per tutto. Significa semplicemente che non sono più disposti a mantenere segreta, a ogni costo, l’identità dei propri investitori. Ad esempio, possono fornire le generalità di un soggetto, se c’è una specifica denuncia, per reati gravi, ma difficilmente forniranno l’identità di qualcuno di cui non c’è alcuna indagine penale in atto.

La differenza tra l’Italia e questi Paesi è presto detta: mentre in Italia tra banche e fisco, esiste un continuo scambio di informazioni, dove addirittura l’Agenzia delle Entrate riceve, a determinate scadenze, informazioni finanziarie di tutti i correntisti di qualsiasi banca, in molti paesi che sono ancora considerati paradisi fiscali ciò non avviene.

Ad oggi quindi, la lista nera e la lista grigia sono vuote, in quanto, pur mantenendo il livello di tassazione al minimo, molti di questi Paesi sono disposti a collaborare con le autorità in casi di particolare gravità. Rimane quindi solo la lista “grigio chiara”, di cui fanno parte solo Nauru e Guatemala. Nauru è una piccola isola di soli 21 km quadrati, dispersa nell’oceano Atlantico, vicino all’Australia.Il Guatemala è invece uno stato dell’America Centrale.

Hai bisogno di aiuto?