Migliori titoli di Stato da comprare

Quali sono i migliori titoli di stato da comprare, su cui investire i propri risparmi? Rispetto alle azioni di Borsa, il principale vantaggio dei titoli di stato consiste nella sicurezza dell’investimento e quindi nella garanzia che gli interessi e il capitale saranno pagati a scadenze precise.

I titoli di Stato italiani però, sebbene possano ancora definirsi sicuri, non sono altrettanto remunerativi: per ottenere uno scarso 1,5% di interesse infatti, bisogna investire in BTP di almeno 5 anni, mentre per chi preferisce investimenti a medio o lungo termine, i titoli di stato italiani rendono meno dell’1%. Un guadagno davvero troppo risicato. Per queste ragioni, molti piccoli risparmiatori hanno iniziato a guardare con interesse il mercato dei titoli di stato esteri, europei e mondiali.

Titoli di Stato

Titoli europei e mondiali su cui investire

Anche in altri Paesi gli Stati emettono titoli di debito pubblico con un orizzonte temporale di breve, medio o lungo termine. Come avviene in Italia, anche i titoli di stato esteri prevedono due tipologie di rendimento:

  • rendimento cedolare, ossia un tasso pagato (di solito semstralmente);
  • oppure un prezzo di rimborso, alla scadenza, maggiore di quello di acquisto.

Quando si decide di investire all’estero, occorre prestare attenzione non solo ai tassi di interesse, ma anche alla stabilità generale dell’economia di quel Paese. Alti tassi infatti, potrebbero essere il semplice contrappeso di un’economia agli sgoccioli, con deficit o una situazione politica altalenante; tutti elementi che rendono un investimento poco sicuro e precario.

Attualmente, ci sono alcuni Paesi che offrono titoli di stato degni di nota.

1. Titoli di stato turchi. Le obbligazioni in lire turche (TRY) offrono rendimenti che arrivano al 10% per chi decide di vincolare le somme fino al 2019. L’investimento minimo è di 1000 lire turche (secondo il tasso di cambio, sono peri a circa 300 euro). Le cedole vengono versate direttamente sul conto corrente il 15 novembre di ogni anno. Il codice Isin dell’emissione di questi titoli di stato è XS1053090665. La banca emittente di questi titoli é la BEI (Banca Europea per gli Investimenti), una banca solida che può vantare una tripla A da Standard & Poors.

2. Titoli di stato venezuelani. Il rendimento delle obbligazioni del Venezuela raggiunge il 13% annuo, se si vincolano le somme fino al 2018. Il codice Isin dell’emissione dei titoli è questo: US922646AT10. Il minimo di acquisto è di 1000 dollari e le cedole vengono pagate semestralmente, In questo caso Moody’s attribuisce un rating di tipo Caa1, identificando l’investimento come molto rischioso e quindi meramente speculativo.

Hai bisogno di aiuto?