Monti bond salvano Monte dei Paschi

Lo scandalo derivati MPS ha travolto la banca: una mossa azzardata, un accordo segreto e un bilancio “abbellito”. Ecco in breve cosa é successo alla Monte dei Paschi di Siena, nel 2009, quando al vertice della società c’era Giuseppe Massari, fino a ieri presidente dell’ABI.

Dopo lo scandalo che ha colpito la banca di cui era a capo, ha infatti dato le proprie dimissioni e lasciato l’ABI in mano a al vicepresidente vicario Camillo Venesio, per non recare, come sottolineato dal presidente dimissionario, alcun nocumento, anche indiretto, all’Associazione Bancaria Italiana. Il titolo a Piazza Affari é crollato, nonostante si sia subito parlato di un’ancora di salvezza: i Monti Bond.

Cosa é successo

L’ipotesi é che la banca abbia falsato il bilancio e tenuta segreta un’operazione rischiosa (relativa a mutui ipotecari) con la banca giapponese Nomura (detta operazione derivati Alexandria). Operazione che, una volta venuta a galla, ha avuto un grave impatto sul patrimonio reale della banca, nonchè ovviamente, sulla credibilità della banca. Il titolo MPS é conseguentemente stato colpito da un’ondata di vendite ed é crollato in Borsa dell’8% circa.

Monti Bond: cosa sono

In men che non si dica sono entrati in scena i Monti Bond: in pratica la banca MPS emetterà un prestito obbligazionario, che sarà sottoscritto dal ministero dell’Economia e permetterà all’istituto di ripristinare i parametri economico-finanziari previsti dalle normative bancarie. Saranno quindi gli aiuti statali a salvare la banca.

Hai bisogno di aiuto?