Operazione Mare Nostrum 2014 cos’è

Operazione Mare Nostrum 2014: cos’è? Mare Nostrum non è altro che la definizione di un’operazione militare e umanitaria cominciata nell’ottobre 2013, che si svolge nel Mar Mediterraneo meridionale, con lo scopo di fronteggiare l’emergenza umanitaria dovuta all’ingente mole di immigrazione in corso nello Stretto di Sicilia (soprattutto a Lampedusa).

In pratica navi, pattugliatori, elicotteri, rete radar e ovviamente militari (i dati parlano di un numero che va dai 700 ai 1000 militari impegnati) rappresentano un dispositivo di controllo dei flussi migratori. L’operazione ha suscitato varie polemiche perchè, da un parte la necessità di difendere le vite umane che arrivano in Italia in condizioni precarie, dall’altra le critiche su questo progetto, in quanto comporterebbe numerosi costi allo stato italiano, le cui casse sono già in profonda crisi.

Immigrati

Quanto costa all’Italia Mare Nostrum? Nell’operazione sono impiegati, personale, navi e aerei della Marina Militare, dell’Aeronautica, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Croce Rossa, della Polizia. Dall’inizio del 2014, sono sbarcati più di 80 mila profughi di cui 50 mila rimasti in Italia per un costo di circa 600 milioni di euro.

Mare Nostrum e Unione Europea. Recentemente, l’Italia ha iniziato delle trattative con gli altri Paesi europei, per ottenere degli aiuti per sostenere costi e oneri dedicati a questa missione, ribadendo il concetto che quella dell’immigrazione é un’emergenza che deve essere affrontata dall’Europa, non solo dalle singole nazioni.

Al momento l’Operazione Mare Nostrum opera insieme a:

– Frontex è un’istituzione UE che coordina la gestione delle frontiere delle nazioni UE esterne.
– Eurosur, è un nuovo sistema europeo di sorveglianza delle frontiere che prevede l’impiego di droni.

Hai bisogno di aiuto?