Quali sono i paradisi fiscali nel mondo

Un Paese é considerato paradiso fiscale quando sussistono alcune caratteristiche: é in vigore un regime fiscale o addirittura azzerato per i soggetti non residenti, non c’è alcuno scambio con il fisco degli altri Paesi e vige il segreto bancario in maniera decisamente spinta. Quali sono i paradisi fiscali nel mondo?

Alcuni in Italia, sentendo parlare di paradisi fiscali, pensano subito alla Svizzera, dove vige ancora un forte segreto bancario, parziale (poiché esiste l’obbligo delle banche di consegnare la documentazione dei propri clienti in caso di procedure di natura penale da parte della magistratura italiana). Tra l’altro ultimamente ha suscitato molte polemiche l’annuncio di una eventuale revisione delle norme sul segreto bancario svizzero.

L’elenco dei paradisi fiscali è davvero lungo: sono stati individuati da due decreti (aggiornati negli anni): il Dm Finanze 04/05/99 e il Dm Finanze 21/11/01. Ecco la lista:

– Alderney
– Principato d’Andorra
– Anguilla
– Antigua e Barbuda
– Aruba
– Bahamas
– Bahrein
– isole Barbados
– Belize
– isole Bermuda
– Brunei
– Costa Rica
– Dominica
– Emirati Arabi Uniti
– Ecuador
– Filippine
– Gibilterra
– Gibuti
– Grenada
– Guatemala
– Guernsey
– Hong Kong
– Isola di Man
– Isole Cayman
– Cook
– Isole Marshall
– Isole Vergini Britanniche
– Isole Vergini statunitensi
– Jersey
– Libano
– Liberia
– Liechtenstein
– Macao
– Malaysia
– Maldive
– Maurizio
– Monserrat
– Nauru
– Niue
– Nuova Caledonia
– Oman
– Panama
– Polinesia Francese
– Principato di Monaco
– Repubblica di San Marino
– Salomone
– Sark
– Seychelles
– Singapore
– Saint Kitts e Nevis
– Saint Lucia
– Saint Vincent e Grenadine
– Sant’Elena
– Svizzera
– Taiwan
– Tonga
– Turks e Caicos
– Tuvalu
– Uruguay
– Vanuatu
– Samoa

Hai bisogno di aiuto?