Quando fatturare una prestazione di servizi

Quando fatturare una prestazione di servizi? Le norme in materia di IVA, sottolineano che la fattura deve essere emessa lo stesso giorno in cui viene ultimata l’operazione (si parla in questo caso di fattura immediata). Tuttavia, se per la vendita di un bene può essere più semplice precisare quale sia il momento della vendita, diverso può essere il discorso in caso di prestazione di servizi, magari tra clienti esteri.

Per capire quando va emessa la fattura quindi, dobbiamo considerare il momento in cui l’operazione si considera effettuata. La normativa in materia, applicava regole diverse, a seconda che si trattasse di beni mobili, beni immobili o prestazioni di servizi. In questa guida chiariremo l’ultimo caso: la fatturazione di una prestazione di servizi.

Nel caso di prestazione di servizi, la fatturazione deve avvenire nel momento in cui l’operazione viene ultimata. L’operazione può considerarsi ultimata nel momento in cui avviene il pagamento del corrispettivo. Cosa significa? Significa che il prestatore d’opera deve emettere la fattura nel momento stesso in cui riceve il pagamento. Alcune eccezioni sono contenute nell’art.6 del D.P.R.633/72.

Tuttavia, dal 1° gennaio 2013 cambia il termine per adempiere gli obblighi di fatturazione Iva: il Dl 216/2012 (secondo la direttiva 2010/45/Ue) stabilisce che, il prestatore nazionale può fatturare a entro il 15 del mese successivo a quello dell’ultimazione del servizio o del pagamento (cosiddetta fattura differita).

Prima di questo Dl 216, la fattura differita era ammessa solo per i beni mobili, adesso anche per le prestazioni di servizi, purchè esse siano “individuabili attraverso idonea documentazione” (per esempio una nota scritta alla fine della prestazione). La registrazione in contabilità va effettuata nello stesso giorno in cui viene emessa la fattura, ma l’Iva deve essere liquidata nel mese di effettuazione delle operazioni. Facciamo un esempio:

Servizio effettuato a maggio, la fattura differita deve essere emessa entro il 15 giugno, ma l’Iva si dovrà liquidare a maggio e versare entro il 16 giugno.

A questo link, il Dl 216 11/12/2012.

Hai bisogno di aiuto?