Quando si vota in italia nel 2013: le date

A quando le votazioni 2013? Quali sono le date in cui saremo chiamati alle urne, per decidere se affidare il governo dell’Italia alla destra, la sinistra, il centro o uno degli altri vari partiti? Le elezioni politiche italiane si terranno nelle seguenti date: domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 per il rinnovo del Parlamento, quindi della Camera dei deputati (composta da 630 deputati) e del Senato della Repubblica (composta da 315 senatori).

Contestualmente alle elezioni politiche per la Camera dei Deputati e il Senato (con queste elezioni si arriva alla XVII Legislatura), saranno chiamati a votare anche i cittadini delle seguenti regioni: Lombardia, Molise e Lazio, allo scopo di rinnovare (anche in questo caso in via anticipata) i consigli regionali ed eleggere il presidente della regione.

Le elezioni politiche si terranno quindi nelle date del 24 e 25 febbraio, ma lo scioglimento delle Camere é avvenuto anticipatamente, precisamente il 22 dicembre 2012, quindi quattro mesi prima del termine naturale della legislatura. Scioglimento avvenuto in seguito alle dimissioni del premier Mario Monti, a cui il gruppo parlamentare PDL aveva tolto la fiducia. Sono seguite delle consultazioni con il PDL e le altre forze politiche, da parte del capo dello Stato Giorgio Napolitano, il quale ha poi ritenuto di dover decretare la fine della legislatura e ha quindi firmato il decreto fissando le elezioni alle date del 24 e 25 febbraio, che di fatto ha dato il via alla campagna elettorale.

I cittadini italiani chiamati a votare per la Camera dei Deputati saranno circa 51 milioni. Gli elettori sono circa 24 milioni di uomini e 26 milioni di donne, divisi in 61.571 sezioni elettorali. Come già accennato, nelle stesse date voteranno anche i cittadini di alcune regioni, per i consigli e il presidente regionale. Nello specifico in Lombardia, dove gli elettori sono circa 8 milioni in 9.229 sezioni, nel Lazio con circa 5 milioni di elettori in 5.268 sezioni, e in Molise con circa 330 mila elettori in 393 sezioni. In tutto per le regionali i cittadini chiamati a votare saranno quindi 13 milioni circa.

Hai bisogno di aiuto?